I test di Jerez ci consegnano una Moto2 edizione 2017 spettacolare

TEST MOTO2 JEREZ
@MARC VDS

I test di Jerez per la Moto2 sono conclusi ed è arrivato il momento di tirare le somme di questi tre giorni per vedere cosa dobbiamo aspettarci dalla stagione 2017

La Moto2 è la categoria di gran lunga più discussa del motomondiale perché considerata meno avvincente rispetto agli altri campionati ma i test di Jerez di questa settimana fanno sperare in un cambio di rotta, con distacchi ridotti tra i piloti e molti potenziali pretendenti al titolo di Campione del Mondo.

Analizzando i tempi combinati dei test vediamo quando lavoro abbia fatto il team Marc VDS che si presenta come la coppia più brillante in griglia con il miglior tempo di Alex Marquez, a sorpresa dopo i risultati dello scorso anno e il secondo tempo di Franco Morbidelli che invece fa pensare più ad un proseguimento della striscia positiva del Mondiale 2016. I due piloti non sono stati solo veloci ma soprattutto costanti, che in vista delle gare è il punto centrale per poter ottenere risultati importanti.

Sul virtuale terzo gradino del podio troviamo, a sorpresa, Miquel Oliveira: lo stupore non è tanto per l’indiscusso talento del portoghese quanto per la moto che guida, ovvero la nuova KTM. Sembra che gli uomini della casa austriaca abbiano davvero lavorato al meglio per il debutto, tanto da impensierire già i rivali. Situazione diversa per il compagno Brad Binder, il vincitore del Mondiale Moto3 dello scorso anno che sta ancora cercando il giusto feeling con la nuova moto.

I giochi sono aperti per molti piloti in griglia, senza contare che molti devono confrontarsi con la poca esperienza, chi non sembra pensarla così è Jorge Navarro che ha portato a casa un quinto posto, tenendo dietro anche Thomas Luthi, uno dei papabili vincitori. I nostri rookies invece hanno bisogno di più tempo per digerire il salto di categoria e non sono riusciti ad impressionare nei primi test ufficiali: il pilota dello Sky Racing Team VR46 Francesco Bagnaia ha chiuso in 21ª piazza. Un avvio in salita che era se da mettere in conto prima di poter competere con i riders più esperti. Al 22° posto invece troviamo Andrea Locatelli, altro debuttante, che potrà contare sui consigli del compagno di team Mattia Pasini, partito alla grande con un sesto posto nella classifica combinata.

Fuori dalla top ten per un soffio Luca Marini del team Forward mentre il compagno Lorenzo Baldassarri non ha potuto partecipare ai test a causa di un’infiammazione al tendine del braccio sinistro. In via precauzionale anche Stefano Manzi dello Sky Racing Team VR46 è stato tenuto al riposo dopo la distorsione al ginocchio sinistro ed è sceso in pista solo questa mattina per sentire il feeling con la moto.

L’appuntamento con la Moto2 è il 17 marzo in Qatar per altri tre giorni di test prima dell’inizio della stagione 2017. Stay tuned.

Test di Jerez