Tony Cairoli ritorna a Glen Helen

Il campionato di MXGP sbarca negli Stati Uniti, a Glen Helen, per l’ultima prova prima del Motocross delle Nazioni. Tony Cairoli torna in pista dopo 5 gare di stop per chiudere in modo degno un’annata sfortunata

La prossima domenica inizierà come sempre presto con gli orari strani della Superbike. Tutti pronti dalle 10.30 sul circuito di Jerez per l’assegnazione del titolo a Jonathan Rea e poi per vedere la battaglia attesissima del mondiale Supersport e rivedere dopo tre mesi i ragazzi della Stock. Alle 14 poi ci sarà il Gran Premio di Formula 1 a Singapore.

A notte fonda invece, sarà trasmessa a partire dalle 23, l’ultima gara del mondiale di motocross nella leggendaria pista di Glen Helen, negli Stati Uniti. Si conclude così la più brutta e sprecata stagione della storia del mondiale MXGP. Quella che doveva essere la più attesa, stellare, con Villopoto contro Antonio Cairoli si è risolta in un’infermeria! Una serie di fratture e infortuni che hanno tarpato le ali a questi talenti stratosferici che si chiamano Cairoli e Villopoto. Insomma praticamente tutti, tra questi anche Desalle e Nagl, tranne Febvre che sia è meritato il titolo e che ora si confronterà con un Cairoli che ha deciso incredibilmente di tornare in sella. Cairoli è infatti partito per Glen Helen per l’ultima prova del mondiale, ma fra due settimane non è tra gli iscritti in Francia per il Motocross delle Nazioni.

Questa non l’ho capita! E’ davvero inspiegabile! Abbiamo il più grande fuoriclasse della storia del motocross, il più grande talento in attività e non lo schieriamo? Forse quando è stata fatta la squadra non si pensava in un così rapido recupero? Non si voleva Tony per puntare sui giovani?

C’è un mistero irrisolto che non si capisce. Bisogna però fare qualcosa per i regolamenti: è stata una stagione mancata. La stagione più attesa degli ultimi anni è stata una stagione fallita. Meriterà però di vedere che cosa vuole combinare Tony Cairoli in America.