Scoppia il caso in SBK: ai domiciliari Andrea Grillini

ARRESTO GRILLINI
Carabinieri dei ROS

Un pesantissimo scandalo coinvolge Andrea Grillini, titolare del Team che dovrebbe portare in gara le Suzuki GSX-R nel mondiale SBK 2018

Continua il periodo nero del motociclismo dal punto di vista della legalità, un argomento che continua ad essere spinoso e che ha coinvolto un’altra figura di spicco nel panorama del mondiale SBK. A finire al centro delle indagini è Andrea Grillini, titolare e Team Manager dell’omonima squadra che nel 2018 ha in programma di disputare il campionato con la Suzuki GSX-R nella sua ultima versione.

Finito tra le 169 persone coinvolte nella maxi-indagine “Stige” che è partita da Catanzaro, una indagine sulle attività della cosca Farao-Marincola che ha portato all’attenzione delle autorità alcuni movimenti che coinvolgevano imprenditori anche in Emilia Romagna, oltre che in numerose altre regioni italiane ed anche in Germania. Secondo quanto riferito dal Corriere della Sera, il movimento di soldi partiva dalla Calabria per poi essere ripulito da alcuni imprenditori operanti attraverso società di comodo, delle vere e proprie cartiere utilizzate allo scopo di riciclare denaro.

Secondo quanto ricostruito attraverso le indagini, la tabella di marcia prevedeva che il denaro contante fosse trasportato dai cugini Carmine e Luigi Muto, che facevano una staffetta tra Calabria e Bologna al fine di consegnare il denaro agli imprenditori, come lo stesso Grillini, incaricati poi di versare questo denaro sui conti di queste società fittizie. A supporto di questa indagine, un numero cospicuo di intercettazioni telefoniche che hanno rivelato il sistema secondo cui si svolgeva l’attività illecita, documentata anche attraverso pedinamenti effettuati dai militari del Ros.

Ovviamente al momento è impossibile stabilire se ci possano essere conseguenze o meno sul programma del Team Grillini per il mondiale 2018 SBK, ma è si può senza dubbio definire una pessima partenza per l’avventura che avrebbe dovuto accompagnare il rientro di questo marchio nel mondiale per derivate di serie con Roberto Rolfo nel ruolo di pilota di punta.