F1, Vettel amaro: «Tanti errori, ma non avremmo comunque vinto noi»

VETTEL VINCE a melbourne
@IMAGEPHOTOAGENCY

Sebastian Vettel ha commentato il deludente risultato della sua Ferrari nella stagione 2018 di Formula 1, che ha visto trionfare ancora una volta la Mercedes

La stagione 2018 di Formula 1 sta per concludersi con il Gran Premio di Abu Dhabi, confermando il dominio Mercedes con il quinto trionfo in carriera di Lewis Hamilton, nonostante una Ferrari competitiva che ha comunque avuto un ruolo da protagonista.

Sebastian Vettel ha commentato con amarezza questo emozionante ma deludente 2018, perso per i molti errori sia singoli che di squadra. Ecco le parole del pilota tedesco nell’intervista rilasciata al Corriere della Sera: «È stata una stagione di alti e bassi: i punti migliori sono stati le vittorie in Bahrein e a Spa. Il momento peggiore sicuramente Hockenheim, dove ho perso per un errore mio. Forse quest’anno sono andate storte un po’ troppe cose, ma dobbiamo accettare di essere stati battuti. Ci sono state gare in cui eravamo molto vicini alla Mercedes, ma non è bastato».

Vettel ha poi aggiunto: «Ho sentito dire a tanti che la Ferrari sembrava la vettura migliore in circolazione, ma non condivido queste parole. La nostra era una buona macchina, ma non dominante. Spesso in questo finale di campionato ci è mancata la velocità. È giusto ricordare che ho sbagliato tanto anch’io e i miei errori sono costati punti preziosi. Tuttavia sono convinto che alla fine non avremmo comunque vinto questo Mondiale».

Il pilota ha quindi concluso con un pensiero alla prossima stagione: «C’è ancora una gara da disputare e voglio vincerla. In questo momento non penso molto al 2019, ma sono consapevole del fatto che abbiamo una squadra forte e la gente giusta per fare bene. Sono molto ottimista».