MotoGP, Scott Redding in Aprilia nel 2018: è ufficiale

SCOTT REDDING
@RED BULL

Il britannico che sembrava affranto dopo aver perso in colpo solo moto e fidanzata può consolarsi nel 2018 in sella alla Aprilia RS-GP. Ufficiale la firma con Noale

Un’altra tessera del mercato trova il suo posto nel mercato piloti MotoGP 2018, che un colpo alla volta sta disegnando la griglia di partenza della prossima stagione, tra conferme ed importanti cambiamenti. Uno dei più importanti è senza dubbio il passaggio di Scott Redding dalla Ducati Pramac al Team Aprilia gestito da Fausto Gresini. La firma di Jack Miller con Pramac aveva di fatto estromesso Redding dal “pianeta Ducati”, e con quasi tutte le selle ufficiali già impegnate, la soluzione Aprilia è senza dubbio la migliore chance per il britannico, che passa da una squadra privata ma di altissimo livello, ad essere per la prima volta pilota con status di ufficiale in un Team Factory. Come Cal Crutchlow aveva dichiarato alimentando la polemica, Scott Redding è già al terzo cambiamento di moto da quando corre in MotoGP, ennesima chance per un talento che ancora non è completamente esploso e che spera di trovare in Aprilia anche una certa stabilità probabilmente.

Termina così dunque l’avventura a Noale di Sam Lowes, un pilota su cui Aprilia aveva puntato moltissimo, seguendone tutti i passi dal suo approdo in Moto2, fino al passaggio in MotoGP. Ma l’ex campione del mondo Supersport non è riuscito a trovare il metodo per sfruttare il suo indubbio talento in sella ad una MotoGP, e Aprilia nel comunicato stampa allegato alla conferma della firma con Scott Redding ha dichiarato che: «Sam riuscirà indubbiamente ad esprimere il proprio talento, ma adesso si devono prendere decisioni che permettano ad Aprilia di rispettare i propri impegni verso il Gruppo Piaggio e i tifosi». Un modo gentile per affermare che evidentemente Aprilia non ritiene possibile una crescita ulteriore di Sam Lowes che gli permetta di ripagare la fiducia riposta finora.