SBK Donington, Sykes resta padrone e vince gara 1

SBK DONINGTON SYKES
@KAWASAKI

Tom Sykes vince una prima manche a Donington caratterizzata dagli errori di Davies e Rea. Grande prestazione di Haslam e Lowes

Tom Sykes si conferma il padrone incontrastato del tracciato di Donington dopo aver conquistato la nona vittoria di fila sul tracciato britannico. Una vittoria sudata, conquistata con la forza della determinazione dopo aver tenuto la ruota di Davies e Rea, che a turno si sono avvicendati in testa alla gara. E’ stato proprio il gallese della Ducati a conquistare l’Holeshot virtuale, presentandosi in prima posizione alla prima curva della gara, mettendosi a tirare il gruppone davanti alle Kawasaki di Rea, Sykes e un grandissimo Leon Haslam.

Ma un eccesso di foga nel tentare di staccare Rea e Sykes ha tradito Davies, che ha perso l’anteriore della sua Panigale esattamente nel punto in cui cadde anche nel 2016. Con Rea in testa alla gara, sembrava che il finale della storia fosse già scritto, ma Sykes non era d’accordo con la sceneggiatura più ovvia.

Invece di alzare bandiera bianca e rinunciare ad attaccare il campione del mondo e compagno di Team Johnny, Sykes ha forzato moltissimo nella parte centrale della gara, fino a passare un combattivo Rea. Tra i piloti della Kawasaki c’è stato un bel duello per quasi due giri, ma Sykes ne aveva palesemente di più, ed una volta involato, Rea sembrava destinato a “soccombere” per la prima volta in stagione al compagno di squadra.

Il colpo di scena è giunto quando anche Rea è scivolato in un punto velocissimo del tracciato, distruggendo la sua Kawasaki e vanificando così una grandissima chance di segnare punti importanti mentre Davies era in piena rimonta dopo la caduta. Dopo la caduta del campione del mondo, sembrava che il podio fosse appannaggio delle Kawasaki di Sykes e Haslam, con la Ducati di Melandri a recitare il ruolo di opportunista della situazione.

Ma proprio nell’ultimo passaggio, Melandri è stato passato da un Alex Lowes indiavolato, che era stato portato largo alla prima staccata della gara, perdendo l’opportunità di giocarsi un risultato di prestigio assoluto. Risultato che è in ogni caso arrivato, con Lowes capace di regalare un podio alla Yamaha dopo aver rimontato dalla coda del gruppone. Facile immaginare che senza questo inconveniente nelle prime fasi di gara, Lowes si sarebbe giocato qualcosa di davvero importante in questa circostanza.

La caduta nelle fasi iniziali della gara aveva fatto precipitare Davies oltre la top ten, attorno alla quattordicesima posizione. Ma lo spilungone in sella alla Panigale non ha mai mollato, e dopo una rimonta veemente è risalito, anche grazie alla caduta di Rea, fino all’ottava piazza. Paradossalmente, ha recuperato più punti a Rea in questo modo di quanti ne avrebbe recuperati vincendo davanti allo stesso Rea.

Ottima ancora una volta la performance di Leon Camier, sesto con la MV Agusta davanti a Tati Mercado, che con l’Aprilia RSV4 dello Ioda Racing continua a raccogliere risultati migliori rispetto a quelli del Milwaukee, che con Savadori e Laverty ha racimolato due misuri piazzamenti in dodicesima e tredicesima posizione.

Con la caduta di questa prima manche a Donington, Jonathan Rea resta fermo a quota 235 punti, davanti a Sykes che è salito a 185 ed ora ha 50 punti di distacco dal compagno di squadra. Forse è presto per parlare di mondiale riaperto, ma questo passo falso di Rea potrebbe pesare nell’economia del campionato. Lo sa bene Chaz Davies, che dopo la doppietta di Imola continua a recuperare ed ora è a quota 169, a -66 dalla vetta. Resta quarto in classifica generale Marco Melandri, che sale a 137.

Questa la classifica di Gara 1 SBK a Donington:

1 T. SYKES GBR Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10RR 23
2 L. HASLAM GBR Kawasaki Puccetti Racing Kawasaki ZX-10RR 23 16.500
3 A. LOWES GBR Pata Yamaha Official WorldSBK Team Yamaha YZF R1 23 19.170
4 M. MELANDRI ITA Aruba.it Racing – Ducati Ducati Panigale R 23 19.699
5 M. VAN DER MARK NED Pata Yamaha Official WorldSBK Team Yamaha YZF R1 23 21.454
6 L. CAMIER GBR MV Agusta Reparto Corse MV Agusta 1000 F4 23 23.376
7 L. MERCADO ARG IODARacing Aprilia RSV4 RF 23 24.979
8 C. DAVIES GBR Aruba.it Racing – Ducati Ducati Panigale R 23 26.988
9 J. TORRES ESP Althea BMW Racing Team BMW S 1000 RR 23 34.910
10 X. FORÉS ESP BARNI Racing Team Ducati Panigale R 23 35.178
11 R. RAMOS ESP Team Kawasaki Go Eleven Kawasaki ZX-10RR 23 38.585
12 L. SAVADORI ITA Milwaukee Aprilia Aprilia RSV4 RF 23 39.824
13 E. LAVERTY IRL Milwaukee Aprilia Aprilia RSV4 RF 23 44.623
14 R. KRUMMENACHER SUI Kawasaki Puccetti Racing Kawasaki ZX-10RR 23
15 R. DE ROSA ITA Althea BMW Racing Team BMW S 1000 RR 23 58.875
16 A. BADOVINI ITA Grillini Racing Team Kawasaki ZX-10RR 23 1’03.994
17 A. DE ANGELIS RSM Pedercini Racing SC-Project Kawasaki ZX-10RR 23 1’06.816
18 O. JEZEK CZE Grillini Racing Team Kawasaki ZX-10RR 23 1’14.800