F1, PL2 GP Giappone, la delusione di Leclerc e Vettel: «Il bagnato ci potrà aiutare»

Rispettivamente quarto e quinto, Leclerc e Vettel non nascondono la delusione delle Prove Libere, ma promettono maggiore impegno per domenica

Dopo le ottime impressioni delle ultime uscite, la Ferrari ha ceduto il passo alle Frecce d’Argento della Mercedes. In un venerdì di Prove Libere, a Suzuka, in cui Valtteri Bottas e Lewis Hamilton si sono presi la scena, Charles Leclerc e Sebastian Vettel hanno fatto registrare ritardi importanti, classificandosi rispettivamente al quarto e al quinto posto: il monegasco di 0″989 e il tedesco di 1″181, rispetto al pilota finlandese. Una prova decisamente sottotono e, forse, preoccupante, senza dubbio insoddisfacente per entrambi i piloti, come dichiarato dagli stessi alla fine della seconda sessione.

Le parole di Leclerc, anzi, sembrano, a tratti, anche pessimistiche: «Sinceramente non sono sicuro di cosa ci manchi, personalmente a livello di guida devo fare qualcosa in più. Abbiamo poco grip rispetto a quello che ci aspettavamo. Non ho guardato il passo di tutti, credo che il mio non fosse così male, soprattutto se confrontato con quello della Red Bull. Mercedes, invece, sembra oggettivamente più avanti. Domenica il bagnato ci potrebbe aiutare, perché le Mercedes sull’asciutto è davanti a noi e la Red Bull è pericolosa».

Come il monegasco, anche Sebastian Vettel si è dimostrato decisamente critico, riconoscendo la superiorità dei rivali della Mercedes: «Abbiamo visto che sono molto a loro agio, forse la pista si adatta meglio a loro rispetto alle precedenti. Noi però dovremo fare qualcosa per migliorare. Vediamo a che livello saremo domenica mattina. Ci sarà bisogno di impegno e qualità per limare tutti i dettagli. Bisogna essere onesti, la Mercedes è più veloce e anche la Red Bull va forte».