Connettiti con noi

MotoGP

MotoGP, Suzuki e l’abbassatore in Austria

Pubblicato

su

Dopo la richiesta di Joan Mir, Suzuki in Austria utilizzerà l’abbassatore per pareggiare i conti con le concorrenti

Il direttore tecnico di Suzuki ha confermato che la pausa estiva di abbia aiutato Suzuki ad “analizzare la situazione e implementare nuove soluzioni” per il resto del 2021.

«Siamo sicuramente soddisfatti della GSX-RR 2021 – ha spiegato Kawauchi sull’ultimo numero del Racing Magazine di Suzuki – Ma c’è sempre spazio per miglioramenti e crediamo che l’arrivo del regolatore di altezza aiuterà i nostri piloti a ottenere prestazioni migliori. Quando gareggiamo in MotoGP, ai massimi livelli del nostro sport, la sfida per il miglioramento è continua».

In vista della prima delle due gare al Red Bull Ring la scuderia giapponese porterà in pista l’abbassatore richiesto da Mir prima della pausa estiva, senza del quale, a detta dello spagnolo, la Suzuki pagava oltre mezzo secondo a giro rispetto alle avversarie