Valentino Rossi è davvero più veloce col nuovo telaio?

valentino rossi
@Yamaha

Un Valentino Rossi ancora entusiasta per la vittoria in Olanda è pronto ad affrontare domenica la prossima prova del motomondiale, al Sachsenring, ma senza fare proclami

Il GP di Assen è stato incredibile ed emozionate con un Rossi lanciato verso la vittoria con le migliori sensazioni, ritrovate anche grazie al nuovo telaio. Una modifica chiesta a gran voce dal Dottore, alla quale da Iwata hanno risposto picche per vari mesi soprattutto a causa delle prestazioni di Vinales, salvo poi ricredersi: «Sono molto contento, perché la gara ad Assen è stata incredibile. Sono tornato davanti e sono riuscito a vincere. Questo è molto importante non solo perché le emozioni del successo sono stupende ma anche perché ho fatto un buon progresso in campionato», ha dichiarato Valentino Rossi, che con la vittoria olandese, si è portato al terzo posto nel campionato, a soli sette punti dalla prima posizione di Andrea Dovizioso.

«Pensando alla prossima prova non so cosa aspettarmi – ha aggiunto ancora Rossi – Abbiamo già visto che da un fine settimana all’altro tutto può cambiare e quindi dovremo lavorare per trovare le soluzioni ottimali. Mi piace il GP tedesco, il tracciato è particolare e tanto diverso da quello di Assen. Sarà fondamentale essere competitivi anche lì e faremo del nostro meglio». Sul tracciato tedesco del Sachsenring, Valentino Rossi ha vinto per quattro volte nella classe regina: nel 2002, 2005, 2006 e nel 2009, anno dell’ultimo successo della moto di Iwata sul tracciato tedesco.

Yamaha ha portato due nuovi telai per Valentino Rossi e Maverick Vinales, provati durante i test al Montmelò. Entrambi i piloti hanno adottato la novità ad Assen: il test del nuovo telaio sembra aver portato i risultati sperati e lo stesso Valentino Rossi ha dichiarato di preferirlo. Anche per la Germania non sarà disponibile un secondo telaio per nessuno dei piloti, per cui in caso di gara bagnata e Flag-to-Flag potrebbe succedere che un pilota corra la prima parte di gara con una moto che un il telaio “nuovo” e la seconda parte con un telaio “vecchio”, troppo rigido per i gusti di Rossi. Anche lo spagnolo Marc Marquez ha confermato il cambio di passo: «Ad Assen, in sella alle spalle di Valentino, mi sono reso conto fin dal primo momento che stava usando il nuovo telaio, perché ho notato che stava guidando in modo diverso. Al momento dell’entrata della curva hanno guadagnato qualcosa. In questa zona facevamo la differenza. Ora siamo allo stesso livello. E’ vero che hanno fatto un passo in avanti, ma dobbiamo credere in noi stessi»

Maverick Viñales invece è alla ricerca del riscatto dopo la caduta ad Assen: «Arriviamo al Sachsenring con una mentalità positiva. Dobbiamo tenere presente che dopo lo stop di Assen siamo solo quattro punti dietro il leader. Dobbiamo imparare dai nostri errori e cercare di non ripeterli. Ora voglio solo guardare avanti. Non vedo l’ora di tornare sulla mia moto, preparare la gara di questo fine settimana e naturalmente il nostro obiettivo sarà quello di vincere, non solo di essere sul podio. Dobbiamo concentrarci sul recupero della nostra posizione come leader del campionato».