Anche Barrichello nel suo piccolo si arrabbia: “Ho picchiato Alguersuari”

Rubens Barrichello, in Ferrari dal 2000 al 2006

Il pilota brasiliano racconta un episodio risalente al Gp Canada 2010 quando perse le staffe nei confronti dello spagnolo della Toro Rosso

Capita anche ai più buoni di perdere la testa ogni tanto. E’ capitato anche ad un insospettabile come Rubens Barrichello che, ai microfoni di motorsport.com ha raccontato l’unica volta in cui perse la testa in pista in 323 Gp di Formula 1 disputati.

L’episodio risale al Gp Canada 2010 quando era al volante della Williams: “Stavo rimontando, andavo forte. Ho affrontato la Curva 5, che è una curva che si fa in pieno, molto veloce. C’è la sequenza sinistra-destra per poi arrivare su un rettilineo. La pista si stava asciugando, una cosa del genere. Sono entrato e Alguersuari non mi ha visto. Quando ha visto che stavo per passarlo ha cercato di chiudere la porta, ma ormai era troppo tardi. Ci siamo presi. Ho trascorso il resto della gara arrabbiato, perché mi aveva rovinato la gara e sembrava che nessuno se ne fosse accorto. E’ stata una manovra molto pericolosa. Quando ho finito la gara sono uscito dalla monoposto e sono andato direttamente al box della Toro Rosso. Ho detto ad Alguersuari: ‘Non mi hai visto?’, e lui ha detto: ‘No, non ti ho visto’. Allora io ho continuato: ‘Ora mi vedrai’. Allora, a quel punto, ho iniziato a colpire il suo casco”.