Andrea Iannone rompe il silenzio: “Periodo duro, voglio tornare il prima possibile”

Tutti avevano commentato la sentenza, tranne il diretto interessato. Andrea Iannone ai microfoni di SkySport ha rotto il silenzio.

La squalifica inflitta ad Andrea Iannone compromette ancora di più la stagione del pilota italiano e dell’Aprilia. Il TAS molto difficilmente emanerà una sentenza prima dell’estate e questo di fatto pone Iannone nelle condizioni di pensare già al 2021.

Ai microfoni di SkySport il pilota ha commentato così la sentenza: “Quando tornerò in pista? Non lo so, ma una cosa certa: il mio è il primo caso per contaminazione alimentare che abbia portato a una sospensione. Ringrazio il mio avvocato, mi ha trattato come un figlio, senza di lui la situazione in questo momento sarebbe sicuramente diversa – aggiunge Iannone – Questo periodo è stato il più duro di tutta la mia vita, molto difficile da accettare. Ho pensato di tutto, non è stato facile ma ogni giorno ho cercato di trovare la forza per andare avanti e dimostrare la mia innocenza. Ancora non ce l’ho fatta al 100%, ma questo è il mio obiettivo. Poi voglio tornare in moto il prima possibile“.