Connettiti con noi

Formula 1

Bottas conquista la Pole in Austria, Vettel in prima fila

Pubblicato

su

Il finlandese vince una sfida sul filo dei millesimi contro la Ferrari del tedesco, alle loro spalle Hamilton che verrà però penalizzato di cinque posizioni

La notizia arrivata nella serata di ieri della sostituzione del cambio sulla Mercedes di Lewis Hamilton, con conseguente penalità di cinque posizioni in griglia di partenza, ha cambiato completamente lo scenario del weekend del Gran Premio d’Austria, con la Ferrari che avrà nella gara di domani l’occasione di allungare in classifica con Sebastian Vettel e l’inglese costretto invece a rimontare.

Proprio per questo oggi Hamilton è sceso in pista per le qualifiche con tutta l’intenzione di conquistare la pole position, per partire quantomeno in sesta posizione, ma le cose non sono andate come sperato. Davanti a tutti, per la seconda volta nella sua carriera, partirà infatti Valtteri Bottas, autore di un giro in 1:04.251, che per soli 42 millesimi gli è valso la pole su uno scatenato Sebastian Vettel, intenzionato a sfidare il rivale anche con un secondo tentativo prima che la bandiera gialla causata dalla Haas di Grosjean bloccasse il giro veloce di tutti i piloti in pista.

Lewis Hamilton si è così dovuto accontentare della terza posizione, ma a causa della penalità domani partirà soltanto ottavo, per una gara che si preannuncia in salita. Sale così in terza posizione la Rossa di Kimi Raikkonen, autore del quarto crono, che domani scatterà subito alle spalle del poleman e del suo compagno di squadra.

Il fresco vincitore della spettacolare e caotica gara di Baku, Daniel Ricciardo, ha ottenuto il quinto tempo in griglia precedendo di meno di un decimo il compagno Max Verstappen, che nelle ultime uscite in qualifica aveva sempre prevalso sull’australiano salvo poi accusare problemi tecnici in gara. Ottima prestazione in casa Haas con Romain Grosjean che ottiene il settimo tempo davanti alle Force India di Perez e Ocon, reduci dallo scontro in famiglia della scorsa gara che ha privato il team indiano di un probabile podio.

A chiudere la top ten la Toro Rosso di Carlos Sainz, che ha fatto infuriare il suo team e la casa madre Red Bull dichiarando che probabilmente non sarà nel box di Faenza il prossimo anno, pur avendo già un contratto valido per la stagione futura.

Fuori dalla Q3 la Renault di Nico Hulkenberg, che precede le McLaren di Alonso e Vandoorne, con il belga finalmente vicino alle prestazioni del compagno. Quattordicesimo Kvyat davanti a uno sfortunato Magnussen, molto competitivo con la sua Haas ma costretto a concludere anzitempo la sua qualifica a causa della rottura della sospensione anteriore dopo il passaggio su un cordolo.

Il danese precede Palmer e le due Williams di Massa e Stroll, con le vetture del team di Grove in grande difficoltà su questa pista, dopo che il giovane canadese era riuscito ad ottenere a sorpresa il primo podio in carriera due settimane fa in Azerbaijan. Chiudono la classifica le due Sauber con Ericcson stavolta davanti a Wehrlein.

La partenza del Gran Premio d’Austria è prevista per le 14 di domani, con le due Ferrari che proveranno ad avere la meglio su Bottas per permettere a Vettel di guadagnare ulteriore terreno in classifica su Hamilton, e l’inglese che proverà a rientrare nella lotta partendo dall’ottava posizione.