MotoGP, Ezpeleta: «Siamo soddisfatti di Michelin»

ezpeleta dorna

Il CEO Dorna Carmelo Ezpeleta ha dichiarato di essere soddisfatto del lavoro della Michelin che sta seguendo le esigenze dei piloti

Dopo numerose interviste a piloti e addetti ai lavori su un bilancio del Mondiale MotoGP 2017 fino a questo momento, la parola passa a Carmelo Ezpeleta, CEO Dorna e come sempre le sue analisi sono precise e interessanti. Il presidente spagnolo è soddisfatto della stagione in corso e difende le scelte fatte da lui e tutta l’organizzazione per riuscire a portare sempre più in alto il campionato mondiale: «La lotta per il titolo del MotoGP è aperta e ci sono anche volti nuovi nelle prime posizioni, questo rende straordinari sia l’aspetto sportivo che quello dello spettacolo. Ci sono nuovi costruttori che si stanno facendo strada come la KTM e l’Aprilia anche se con qualche intoppo ma tutto, anche i cambiamenti mostra che le regole e le modifiche che abbiamo introdotto funzionano». Ezpeleta difende così le scelte fatte dimostrando di non dare troppo peso alle critiche che sono nate durante le prime nove gare.

Naturalmente una di queste scelte è anche la Michelin ed anche in questo caso le dichiarazioni non hanno lasciato spazio a dubbi: «Michelin ha un approccio diverso perché segue le esigenze dei piloti e questa è una precisa richiesta che avevamo fatto. Siamo stati contenti con Bridgestone, ma siamo ancora più felici adesso. I pneumatici stanno avendo effetti sul campionato, ma molte volte dipende da come funzionano con quella particolare moto su un circuito specifico, in ogni caso sono al loro secondo anno e stanno dimostrando di essere sulla giusta strada». Il CEO ha parlato anche del futuro della MotoGP che in molti scommettono sarà elettrico: «Abbiamo testato diverse moto come la T-Race Tacita italiana o Energica per trovare un singolo fornitore per iniziare questo campionato dalla stagione 2019, per adesso abbiamo i diritti per un campionato elettrico e stiamo lavorando ad un progetto con moto di questo tipo come corsa di sostegno in alcuni campionati europei del campionato MotoGP».