Connettiti con noi

Formula 1

F1, Horner: «Pit stop? L’errore non è dovuto alla nuova regola»

Pubblicato

su

Il team principal della Red Bull, Christian Horner, ha spiegato l’errore al box fatto con Max Verstappen

Nel corso delle ultime stagioni di Formula 1, i meccanici della Red Bull si sono spesso distinti per la loro velocità e rapidità durante i pit stop. 

A partire dal GP d’Ungheria di quest’anno, però, la FIA ha introdotto però un nuovo regolamento, volto principalmente a garantire una maggior sicurezza: la Federazione ha infatti imposto un tempo di reazione minimo di 0,15 secondi per il fissaggio della ruota all’abbassamento del cric, e di 0,2 secondi dalla discesa della vettura all’accensione del semaforo verde per la ripartenza in pit lane.

A causa di questa novità, la Red Bull ha commesso qualche errore in più durante i pit stop, anche se Christian Horner ha spiegato come non dipenda dal nuovo regolamento: «Abbiamo avuto un lieve ritardo nel rimuovere lo pneumatico e successivamente si è girata la ruota posteriore, che ha richiesto più tempo per fissarla del tutto. È stato frustrante, perché senza queste imprecisioni saremmo rientrati in terza posizione, anche se è stata riconquistata prima della pioggia. In ogni caso non è stato un problema inerente alla nuova direttiva tecnica. Come ho già detto, tutto si è verificato per i ritardi nel togliere e fissare gli pneumatici, ed è stato questo che ha fatto perdere tempo prezioso a Sergio».