Connettiti con noi

Formula 1

F1, Gp Spagna: i promossi e bocciati del weekend a Barcellona

Pubblicato

su

Ennesimo duello spettacolare tra Hamilton e Verstappen, gran gara di Leclerc ma anche il riscatto di Daniel Ricciardo con la McLaren

A Barcellona è andato in scena l’ennesimo duello tra HamiltonVerstappen, vinto sì dal sette volte iridato ma all’olandese va riconosciuto di aver fatto il massimo, così come Charles Leclerc che ha persino accarezzato l’idea del podio mentre Daniel Ricciardo chiude finalmente un weekend battendo nettamente il compagno Norris. Questi i migliori e i peggiori del Gp Spagna:

PROMOSSI

Hamilton Pole position numero 100 e gara passata tutta ad inseguire Verstappen che lo brucia alla partenza ma che viene ripreso alla fine grazie ad una strategia azzeccata ma anche al ritmo ed alla costanza che solo un sette volte iridato sa avere.

Verstappen Il sorpasso in curva 1 su Hamilton è il replay di Imola, gestisce la gara senza mai andare in difficoltà o commettere errori ma alla fine, con gomme ormai andate, deve arrendersi al ritorno impetuoso (e con gomma più fresca, ndr) della Mercedes.

Leclerc Partenza straordinaria con 3° posto acciuffato grazie ad un sorpasso all’esterno in Curva 3 su Bottas; tiene a bada il finlandese mostrando anche un buon ritmo ma alla fine deve arrendersi; è comunque e per distacco ‘il primo degli altri’.

Ricciardo Probabilmente ridimensionato troppo in fretta, l’australiano tiene a galla una McLaren che a Barcellona proprio non va; rifila quasi 0”5 a Norris in qualifica, sale 5° con una partenza mostruosa e deve arrendersi solo a Sergio Perez che in fin dei conti guida una Red Bull.

BOCCIATI

Alfa Romeo La scelta di chiamare Giovinazzi ai box sotto SC poteva anche starci, un po’ meno presentarsi con una gomma sgonfia e perdere la bellezza di 35”; fosse la prima volta si potrebbe perdonare ma non è così.

Mazepin Costantemente ultimo, si becca un’altra penalità per aver ostacolato Norris in qualifica; così proprio non ci siamo.

Alonso Mazzuolato da Ocon in qualifica ed in gara, deve arrendersi fino a scivolare fuori dalla zona punti dopo essere stato attaccato e passato da Stroll.

Vettel Finisce ancora una volta fuori dai punti e battuto da Stroll; what else?

Perez Testacoda in qualifica, parte 8° e passa più di 40 giri alle spalle di Ricciardo; il 5° posto finale, per uno che ha in mano una Red Bull è decisamente al di sotto del minimo sindacale.