F1, Mick Schumacher: «In Formula 1 nel 2020? Non realistico»

Supportato dalla madre Corinna, Mick Schumacher ha ricevuto il premio “Atleta del cuore” e ha parlato del suo futuro in Formula1

Dopo anni di silenzio o dichiarazioni laconiche, la famiglia Schumacher è tornata a parlare. Ad accentrare l’attenzione, è stata, in particolare, la moglie di Michael, Corinna, in una recente intervista rilasciata a “She’s Mercedes Magazine“. Argomento principale, ovviamente, le condizioni del marito: «Non potevamo chiedere di più, siamo nelle mani dei migliori e tutti ci stiamo adoperando per aiutarlo, ne potete essere certi. Vi preghiamo di comprendere che stiamo seguendo la sua volontà nel mantenere riservato un argomento così delicato come la salute di Michael».

Nel tentativo di tornare a una quotidianità normale che manca ormai da troppo tempo, Corinna Schumacher ha iniziato a seguire sempre più da vicino i progressi del figlio Mick, in particolar modo in occasione dei test in Bahrain sulla Ferrari. E proprio a questo proposito, a rendere orgogliosa la famiglia Schumacher, ci ha pensato recentemente il figlio d’arte, che corre in F2 e fa parte dell’Academy Ferrari, insignito del premio di “Sportler mit Herz” (Atleta del cuore). Apparso visibilmente emozionato, Mick Schumacher ha parlato così del suo futuro: «Se avessi avuto la chance di debuttare in Formula 1 nel 2020, non me la sarei fatta scappare, ma non penso possa considerarsi un evento non realistico».