F1 Singapore, FP2: Red Bull dominante, Ferrari più indietro

libere f1 australia
@RED BULL CONTENT POOL

Ricciardo chiude in testa anche la seconda sessione davanti al compagno di box Max Verstappen e ad Hamilton. Vettel chiude 11° ma senza aver provato la simulazione qualifica

La prima giornata sul tracciato cittadino di Singapore ci consegna un favorito per la gara di domenica: è Daniel Ricciardo, velocissimo con la sua Red Bull sia in FP1 che in FP2 e vero arbitro in quella che sarà la corsa al titolo tra Vettel ed Hamilton. L’australiano è l’unico a scendere sotto il muro dell’ 1:41 fermando il cronometro sullo strabiliante tempo di 1:40.852. Alle sue spalle l’altra Red Bull di Max Verstappen, distanziata di 5 decimi. Il team austriaco sembra il più forte anche sul passo gara e l’impressione è che servirà una qualifica super da parte di Ferrari e Mercedes per riuscire a limitare le possibilità di successo del team di Chris Horner. 3° posto nella FP2 per Lewis Hamilton, staccato di +0.703 da Ricciardo ma di oltre mezzo secondo più rapido del compagno di team Bottas. Per la Mercedes però ci sono problemi nell’utilizzo della gomma supersoft, quella con la banda rossa, e quindi è verosimile pensare che le ‘frecce d’argento’ adotteranno una strategia ad una sosta, contro le due previste dagli altri team. 5° posto per la Renault di Nico Hulkenberg e 6^ e 7^ piazza per delle competitive McLaren, con Vandoorne che precede Fernando Alonso.

E le Ferrari? Sono molto più indietro, 9° Kimi Raikkonen e 11° Sebastian Vettel, ma la situazione, almeno per il pilota tedesco è meno grave di quanto la posizione potrebbe far pensare. Il numero 5 della ‘rossa’ infatti non è riuscito a completare la simulazione di qualifica, svolta invece da tutti gli altri piloti, a causa del traffico e di un errore commesso in curva 11 che l’ha visto urtare il muro con la gomma posteriore destra. A testimonianza del buon rendimento di Seb c’è però il miglior tempo fatto registrare nel primo settore e un’ottima prova di passo gara. Più preoccupante invece il rendimento di Kimi Raikkonen: il finlandese infatti ha svolto regolarmente la simulazione di qualifica prevista e il suo 9° posto a quasi 2 secondi da Ricciardo non può non preoccupare l’ambiente Ferrari. Per il campione del mondo 2007 tanti problemi nel mandare in temperatura le gomme anteriori, criticità che andrà risolta domani se non si vuole correre il rischio di trovarsi in una scomoda posizione in griglia di partenza. Il fine settimana in quel di Singapore è però appena cominciato è c’è naturalmente tempo per le ‘rosse’ di ricucire il distacco dalla Red Bull.