F1, FP Abu Dhabi, Vettel: «Siamo sempre alla ricerca del nostro limite»

Al termine delle FP2 ad Abu Dhabi, Sebastian Vettel ha analizzato il rendimento della sua SF90 dopo la prima giornata

La nascita del terzogenito non ha portato la giusta dose di fortuna a Sebastian Vettel nella prima giornata di Prove Libere ad Abu Dhabi, sul circuito di Yas Marina. Dopo una FP1 piuttosto negativa, con il testacoda che lo ha portato dritto contro le barriere, nella seconda sessione la situazione è leggermente migliorata, chiudendo al quarto posto alle spalle di Charles Leclerc. Ecco l’analisi del tedesco al termine delle FP2 a Sky Sport: «Eravamo un po’ in lotta con gli stessi fattori delle ultime gare. Sappiamo che in queste curve dalla velocità medio-bassa abbiamo più difficoltà rispetto agli altri. Non siamo altrettanto rapidi, e nel terzo settore in particolare lo abbiamo sofferto molto».

L’obiettivo dichiarato è quello di cercare il limite: «Purtroppo fatichiamo molto quando la gomma si surriscalda, così la macchina diventa più difficile da guidare. Ma quando vai un po’ al limite, è normale. Noi siamo qui proprio per trovare il nostro limite. Cerchiamo di dare il nostro meglio,  trovando l’assetto pensiamo di poter lottare per qualcosa». Infine, una battuta a smorzare definitivamente la tensione del post Interlagos con il compagno di scuderia: «Entrambi siamo scontenti dell’esito, non abbiamo concluso la gara e non siamo contenti di questo. Ma credo che siamo due persone adulte, abbiamo parlato tra di noi e con Mattia. Non dovrà ovviamente più accadere».