F1, tutti i numeri del sei volte Campione del Mondo: Lewis Hamilton

F1 SILVERSTONE
@RED BULL

Il pilota della Mercedes, Lewis Hamilton, ha conquistato il suo sesto campionato dopo il secondo posto nel GP degli Stati Uniti: tutti i numeri del suo successo

Con un turno d’anticipo, Lewis Hamilton, come da pronostico, si laurea Campione del Mondo di Formula 1 per la sesta volta in carriera. Titolo arrivato, per il pilota di Stevenage, grazie a un bottino fatto di 11 vittorie e 16 podi. Un titolo conquistato negli Stati Uniti come già avvenuto nel 2015, al pari di altri grandi piloti del passato come Jack Brabham nel 1959, Jochen Rindt nel 1970, Emerson Fittipald nel 1974 e Niki Lauda nel 1977. Sesto titolo iridato che colloca il 34enne nel gota dei piloti di Formula Uno a un passo da Michael Schumacher, con sette titoli. Superato il tedesco anche nella “quantità di tempo trascorso tra il primo e l’ultimo titolo”: ben 11 anni, uno in più del tedesco.

Si tratta del 19° titolo conquistato da un esponente britannico, la nazionalità più vincente della storia della Formula 1. Ed è la dodicesima stagione consecutiva che il trofeo viene assegnato a un pilota britannico o tedesco, sequenza iniziata proprio con Hamilton nel 2008: da lì in poi, la vittoria del titolo è stata ad appannaggio di Button, Vettel e Rosberg, oltre al pilota di Stevenage. È l’11° anno consecutivo, inoltre, che il team con più vittorie, quest’anno la Mercedes, vince il titolo piloti: inversione di rotta iniziata nel 2009, mentre nel 2008 era stata la Ferrari a vincere il Mondiale costruttori sebbene la vittoria singola andò ad Hamilton. Con l’ottavo titolo (il 12° Mondiale piloti per la Mercedes come motorista), la scuderia tedesca diventa il primo team nella storia a conquistare 6 titoli piloti consecutivi (2014- 2019), battendo la sequenza record della Ferrari (2000-2004).