Il dramma di Oscar Haro: “Mio padre è morto solo”

Il direttore sportivo di LCR Oscar Haro ha parlato della drammatica morte del padre causata dal Coronavirus e traccia un bilancio disastroso per la Spagna.

Oscar Haro nei giorni scorsi ha perso il padre a causa del Coronavirus. In Spagna il numero dei contagi sta salendo vertiginosamente e anche quello dei decessi. Oscar Haro ha parlato così riguardo la morte del padre: “Mio padre ha iniziato a lavorare all’età di 14 anni fino ai 65 anni. Non ha mai chiesto niente. Mercoledì scorso aveva bisogno di una maschera respiratoria per evitare di morire ed è stato “respinto”. Il suo dottore mi chiamò in lacrime e chiese il permesso di lasciarlo morire. Questa è la Spagna in cui viviamo. La generazione che ha costruito questo paese nel dopoguerra e ha lavorato 14 ore al giorno. E li lasciamo morire. Mia madre è ancora rinchiusa a casa, non posso abbracciarla, baciarla o confortarla. Inoltre è stata testata positivamente e non vuole tornare in ospedale perché teme che la lascerà anche morire“.