Jonatan Rea dominatore assoluto del week end Portoghese del Mondiale Superbike

Jonatan Rea Portimao 2020
Foto di e da worldsbk.com

REA DOMINATORE ASSOLUTO DEL WEEK END A PORTIMAO DEL MONDIALE SUPERBIKE

 

Il Mondiale Superbike questo fine settimana è approdato in Portogallo e il 5 volte Campione del Mondo Jonatan Rea si è imposto da subito con una bellissima Superpole precedendo Razgatlioglu e Lowes.

Nonostante i pronostici fossero tutti favorevoli alla Ducati visti i bellissimi risultati ottenuti a Jerez e il circuito , il pilota della Kawasaki non c’è stato ed è tornato alla riscossa come una volta non potendo permettersi di perdere preziosissimi punti rispetto a Redding che ha chiuso ottavo.

In Gara1 da subito Rea ha imposto un passo al quale solo Razgatlioglu è riuscito a tenere testa , il gruppetto che ha seguito per conquistare la terza posizione del podio ha visto la meglio per Van Der Mark seguito da Lowes e un bravissimo Rinaldi. Settimo posto per uno Scott Redding in evidente difficoltà e ottavo Tom Sykes. Bautista nono seguito da Laverty e soltanto undicesimo Chaz Davies. Il Pilota della Ducati ufficiale aveva dato prova di grande feeling con la sua V4 a Jerez da promettere risultati esaltanti anche a Portimao ma, purtoppo, così non è stato.

Brutto incidente per Mercado (senza gravi ripercussioni fortunatamente sul pilota) e nessun punto per Ponsson e Cortese caduti anche loro durante la gara e per Marco Melandri sulla Ducati del Team Barni , purtroppo,  che non riesce a trovare l’assetto giusto con la moto e nemmeno la posizione di guida adeguata per lui.

Inutile scrivere che Rea ha dominato anche la gara sprint della domenica in testa dal primo all’ultimo giro.

E quasi scontato dire che al suo seguito abbiamo visto Razgatlioglu. Terzo meritatissimo posto invece per il pilota del Team Ten Kate Baz che ha tenuto testa agli agguerriti Lowes e Redding per quasi tutta la gara. Dietro di loro il gruppetto formato da un solitario Sykes e poi Van Der Mark e Rinaldi. Nono posto per Haslam , poi Gerloff e solo undicesimo Bautista. La Honda ha ancora molto difficoltà nel piazzarsi oltre l’ottava posizione. Chaz Davies e Laverty purtroppo a causa di un contatto senza conseguenze per i piloti durante il terzo giro ha visto i due a dover rinunciare a portare a casa punti preziosi.

In Gara2 nuovamente sul primo gradino del podio abbiamo visto Rea che torna in testa al Mondiale seguito stavolta, però, da Scott Redding e non il “solito” Razgatlioglu e poi Van Der Mark.

Purtroppo Gara2 ha visto un susseguirsi di cadute che hanno completamente stravolto una gara dal risultato quasi scontato. Scivolata al primo giro per  Laverty, poi caduti durante la gara anche Lowes e Haslam. Razgatlioglu scivola, invece, al settimo giro dovendo rinunciare, così, alla lotta per il secondo posto del podio. Chaz Davies conquista un quarto posto in una gara tutta in rimonta seguito da Bautista e Rinaldi. Settimo Sykes, ottavo Razgatlioglu, nono Caricasulo e decimo Mercado. Purtroppo per Marco Melandri ancora una prestazione deludente , il pilota Ducati del Team Barni non riesce proprio a trovare l’assetto giusto e termina al quattordicesimo posto.

Lunghissimo stop ora per il Mondiale Superbike che riscenderà in pista il 28 agosto ad Aragon in Spagna.