La BMW si dice contenta di aver abbandonato la Formula 1

kubica
Robert Kubica ultimo pilota a vincere in Formula 1 con BMW - @imagephotoagency

La casa bavarese si dice convinta della scelta effettuata nel 2009 di abbandonare la Formula 1: troppi i costi a fronte di pochi ricavi

Quando dici BMW la prima cosa che vengono in mente sono potenza, velocità e sport. La casa di Monaco, del resto, è da sempre impegnata nel mondo delle corse con risultati sempre al top; unica pecca la Formula 1. Già perché dopo essere rientrata nel Circus all’inizio del XXI secolo (prima come fornitore di motori per Williams, poi acquisendo di fatto la Sauber, ndr), la vittoria di campionato non è mai arrivata, solo qualche gioia estemporanea (vedi l’ultima vittoria di Kubica nel 2008 in Canada) fino alla definitiva uscita dal circus nel 2009.

Scelta mai rimpianta da Klaus Frohlich, uno dei consiglieri BMW che ha dichiarato alla Suddeutsche Zeitung: “Il contributo per il marchio è minimo e l’investimento è enorme, quindi non ci siamo pentiti di aver lasciato la Formula 1”.