Livio Suppo: «Valentino Rossi ci ha stupito ancora una volta»

livio suppo

Livio Suppo parla della stagione 2017 e delle prestazioni di Valentino Rossi e Vinales

Alla vigilia del Gp in Germania, il team principal della Honda, Livio Suppo, in un’intervista al Corriere dello Sport, ha tracciato un bilancio della stagione di MotoGP in corso. «E’ un campionato diverso da come ci era apparso nei test invernali, come quasi sempre accade. Nel 2015 abbiamo avuto nove vincitori diversi, oggi cinque con in appena otto gare. La MotoGP si conferma un bello spettacolo. E’ un Mondiale difficile ed equilibrato, molto divertente per gli appassionati… un po’ meno per noi che lavoriamo per fare i risultati!»

Suppo ha poi ha analizzato le prestazioni di Valentino Rossi«Non ho mai lavorato con Vale ma lo apprezzo: quello che sta facendo ci ha stupito ancora una volta. Il modo in cui ha gareggiato ad Assen, ma anche l’impegno durante il fine settimana. Ho notato che nel warm up, quando negli ultimi minuti si è messo a piovere, lui è entrato lo stesso in pista a provare. E poi ha fatto una gara pazzesca. L’avrebbe vinta facilmente con l’asciutto ma in condizioni difficilissime e bisogna ricordare che nel 2015 era caduto, non ha certo pensato al campionato. Cosa che ha fatto invece Dovizioso. Giustamente, aggiungo. Rossi ha fatto degli ultimi giri incredibili. Tanto di cappello».

Livio Suppo si è espresso anche su Maverick Vinales: «In un Mondiale come questo, dove basta poco per ritrovarsi indietro, ha perso diversi punti a causa di due cadute, ma anche per i risultati di gare come Jerez e Barcellona. E’ sempre così: non è detto che chi va forte nei test invernali abbia il titolo in tasca. Ricordo che Colin Edwards dominava in inverno quando era nel team Gresini con Honda, ma poi in campionato non vinse una gara. Maverick è fortissimo ma paga, come Marquez, due zeri».