Test MotoGP: estate in pista a Brno per Marquez e Pedrosa

marc marquez
@HONDA

Meno vacanze per il Campione del Mondo in carica Marc Marquez, che sarà impegnato in test a Brno col compagno Pedrosa per migliorare la Honda

Tra i piloti della MotoGP, c’è chi se la sta godendo allegramente nonostante una prima parte di stagione molto deludente per cui ci sarebbe da stare ben poco allegri. Poi c’è chi non staccherà la spina nemmeno durante la pausa estiva, nonostante possa avanazare pretese di ferie più che meritate. Tra questi c’è il Campione del Mondo in carica Marc Marquez, che sta dimostrando negli anni di avere nel suo spirito tenace e da combattente uno dei suoi maggiori punti di forza. Il pilota della HRC, non contento di essere andato in vacanza a metà campionato godendosi una vista privilegiata dall’altro della sua leadership di classifica di campionato, lunedì 17 e martedì 18 Luglio sarà in pista con tutta la squadra Repsol per dei test sulla sua Honda.

Non è un caso che Honda scenderà in pista coi suoi due piloti di punta da soli e lontano da occhi indiscreti proprio a Brno, dove si correrà la prima gara post-pausa estiva, per provare in gran segreto qualche novità che potrebbe rappresentare l’arma in più per sbaragliare subito la folta concorrenza al titolo. Questa scelta potrebbe anche rivelarsi la carta vincente al pari di quella giocata da Ducati con il test a Barcellona, quando ha gettato le basi per la vittoria in gara di Andrea Dovizioso.

La RC213V non ha convinto al 100% in questo inizio 2017, nonostante il pilota di Cervera sia sempre riuscito a guidarla oltre ogni problema e a portarla in testa alle classifiche piloti e costruttori soprattutto grazie alle sue prestazioni. Marquez, insieme al compagno Pedrosa, sta chiedendo a gran voce dei grossi sforzi da parte del colosso nipponico per avere una moto più competitiva che gli permetta battagliare ad armi pari con gli avversari nella seconda parte di stagione, senza dover costantemente ricorrere alle sue infinite risorse di talento, che spesso lo conducono a guidare oltre il limite per arginare i problemi della moto. E la Honda sembra aver recepito, iniziando a giocare d’anticipo come è sempre stata abituata a fare. Gli avversari non possono dormire sogni tranquilli in queste sere d’estate.