Marc Marquez: «Una stagione davvero imprevedibile»

Marc Marquez
@Honda ProRacing

I piloti del team Honda HRC Marquez e Pedrosa, freschi di podio a Barcellona, si definiscono carichi per il Gran Premio di Assen

Ci stiamo avvicinando all’ottava gara della stagione 2017 che si terrà sul tracciato di Assen in Olanda, il TT è un appuntamento molto atteso sia dai piloti che dai tifosi ed arriva in prossimità del giro di boa del Mondiale, quando s’iniziano a tirare i primi bilanci. Concentriamoci per un attimo sul team Repsol Honda che vede Marc Marquez e Dani Pedrosa al terzo e quarto posto in classifica con un distacco contenuto dal leader Maverick Viñales. I due centauri in sella alla RC213V 2017 storicamente sono andati bene sul tracciato olandese e anche quest’anno si aspettano di festeggiare sul podio la fine della corsa.

@Honda ProRacing

«La gara in Catalunya e i test della scorsa settimana sono stati positivi – queste le parole di Marc Marquez che si leggono nel comunicato stampa del team – quindi non vediamo l’ora di scendere in pista anche perché Assen mi piace ed ho ricordi emozionanti su questo tracciato». Il Campione del Mondo in carica ha posto l’attenzione sul tema meteo che spesso in Olanda cambia le carte in tavola ora dopo ora, rendendo le gare una vera incognita per tutti: «Inoltre questa stagione è imprevedibile quindi il lavoro è sempre impegnativo e dobbiamo stare concentrati fin dal venerdì per trovare in giusto assetto e lottare per il podio».

@Honda ProRacing

Dani Pedrosa ha fatto eco al compagno di squadra, felice per il podio a Barcellona: «Questa è una gara che richiede concentrazione perché può succedere di tutto, il meteo è sempre un punto interrogativo e devi sfruttare ogni sessione al massimo. È un tracciato veloce che mi piace e spingeremo fin da subito per riuscire a combattere con i primi anche domenica»

Insomma in Honda HRC si respira un clima carico di aspettative e di impegno un vista del Gran Premio di Olanda, i piloti dovranno fare del loro meglio per riuscire a sfruttare i punti deboli dei rivali guadagnando punti in un Mondiale che all’alba dell’ottava gara si preannuncia più aperto che mai.