Marquez senza rivali al Sachsenring

marc marquez pole sachsenring

Spettacolare qualifica al Sachsenring, che regala la pole position a Marc Marquez. Valentino Rossi terzo con Jorge Lorenzo solo undicesimo e in grossa difficoltà

La tagliola della Q1 ha mietuto vittime illustri al Sachsenring, relegando oltre la dodicesima posizione in griglia nomi di peso come quelli di Scott Redding e Cal Crutchlow. Ma questo problema non ha riguardato il più pesante di tutti. Jorge Lorenzo ha fatto valere la legge del più forte ed ha artigliato l’accesso alla Q2 con un giro splendido. Solo Danilo Petrucci è riuscito a mettere le ruote della propria Ducati GP15 davanti alla M1 del maiorchino segnando il riferimento di 1’22.238.

Un brivido l’hanno regalato gli ultimi secondi di sessione, con una spettacolare ma fortunatamente innocua scivolata dello stesso Jorge Lorenzo, che ha commesso un errore nel tentativo di superarsi. Stava approfittando della situazione un coriaceo Cal Crutchlow, capace di issarsi al terzo posto ad appena 5 centesimi dallo spagnolo, che ha salvato l’accesso alla Q2 nonostante l’errore nel finale.

Nel momento in cui è iniziata la Q2 è apparso immediatamente chiaro che il Cabroncito Marc Marquez sarebbe stato l’uomo da battere, stabilendo da subito il riferimento della sessione, dopo essersi portato al traino Hector Barbera, sempre grande maestro nell’arte di seguire e sfruttare le scie degli avversari. I due spagnoli hanno guadagnato nei primi minuti la testa della classifica senza lasciarla per tutta la sessione e regalando l’enorme soddisfazione a Barbera di portare la propria GP14 ad essere la migliore Ducati in pista.

Alle loro spalle in prima fila, si inserisce la M1 di Valentino Rossi, che ha avuto un solo tentativo pulito e con la seconda gomma non ha trovato pista libera per chiudere il gap di quasi un secondo nei confronti di Marc Marquez. Valentino ha raccolto un’ottima prima fila, il che fa stridere ancora di più la pessima qualifica di Jorge Lorenzo protagonista di una scivolata anche nella Q2 e costretto ad accontentarsi della undicesima piazza in griglia.

Apre la seconda fila al Sachsenring un fantastico Danilo Petrucci, che sfiora la prima fila e porta la propria GP15 al secondo posto tra le Ducati in pista. Risultato permesso anche dai problemi di Andrea Iannone, protagonista di una scivolata che gli ha impedito di mostrare tutto il suo potenziale. Parziale delusione per la Suzuki che sperava di poter far valere le ottime doti telaistiche della GSX-RR sul toboga tedesco. Maverick Vinàles si qualifica solo sesto alle spalle di Pol Espargarò sulla M1 del Tech3.

Pessima sessione per le Ducati del Team Factory, con Andrea Dovizioso settimo e Iannone nono. Le sessioni di prove libere avevano illuso sul potenziale della Desmosedici GP in Germania, che è apparso piuttosto offuscato nella sessione di qualifica, tanto da relegare le moto ufficiali in terza fila dello schieramento.

La qualifica conferma dunque che l’uomo da battere al Sachsenring è Marc Marquez, ma la particolare configurazione del tracciato e la variabilità del meteo, potrebbero regalare diverse sorprese per la gara di domani. Valentino Rossi è in agguato, ed è determinato a restituire la giusta inerzia alla stagione dopo lo stop di Assen.

Questa la classifica della sessione Q2 al Sachsenring