Mondiale Superbike 2023: questo fine settimana si correrà a Most in Repubblica Ceca. Argentina, invece, cancellata - Motori News 24
Connettiti con noi

Superbike

Mondiale Superbike 2023: questo fine settimana si correrà a Most in Repubblica Ceca. Argentina, invece, cancellata

Pubblicato

su

Mondiale Superbike 2023: questo fine settimana si correrà a Most in Repubblica Ceca.

Argentina, invece, cancellata

 

Eccoci a Most ed eccoci quindi in Repubblica Ceca; in questo weekend andrà in scena il Round Acerbis della Repubblica Ceca. Si tratta dell’ottavo Round del Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike 2023. Nelle due precedenti occasioni su questa pista abbiamo visto duelli all’ultimo giro con momenti importanti nella lotta per il titolo mondiale e anche il 2023 non farà differenza.

Nel frattempo nelle ultime ore si é avuta comunicazione che l’ultimo round in Argentina è stato cancellato e presto arriverá la nuova tappa.

Ma dove siamo rimasti a Imola?

Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha Prometeon WorldSBK), forte della doppietta, si prepara a scendere in pista a Most dove vanta quattro vittorie. A Imola in Gara 2 ha approfittato della caduta del campione del mondo Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati): la stella turca punta a ripetersi e, come ha detto lui stesso, “il Campionato non è finito”. Mancano cinque Round e i prossimi due sono in calendario su piste a favore di Toprak; un altro errore di Bautista e una vittoria di Toprak potrebbero portarci alla pausa estiva con il gap ancora minore.

Ora però la domanda è questa: Bautista potrebbe commettere un altro errore? A Imola ha toccato la linea bianca e, per sua stessa ammissione, forse con “troppa confidenza” dopo il gran testa a testa con Razgatlioglu in Superpole Race: questo è stato il suo primo errore del 2023. L’anno scorso il primo errore lo commise a Donington Park ma poi ha trovato il riscatto; il tempo ci dirà se si ripeterà. A Most vanta tre podi e una vittoria in Gara 1: è in testa alla classifica con 70 punti di vantaggio su Razgatlioglu.

Grande lotta a Imola e un podio a testa per Andrea Locatelli (Pata Yamaha Prometeon WorldSBK) e Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) che si giocano il terzo posto in classifica. ‘Loka’ domenica in Superpole Race è tornato sul podio ed è anche tornato al comando dopo due anni mettendo in mostra un bel passo nella prima metà di gara. In questo weekend andrà a caccia della sua prima tanto attesa vittoria. Rea in relazione a Imola ha parlato di “uno dei migliori” weekend del 2023 con due terzi posti nelle gare sulla lunga distanza e un quarto in Superpole Race; lui e Kawasaki non hanno mai vinto a Most a differenza di Yamaha e Ducati. Tra il campione del mondo 2020 nel WorldSSP e il sei volte iridato nel WorldSBK ci sono soli sette punti.

Axel Bassani (Motocorsa Racing) in Gara 2 a Imola ha replicato il suo miglior risultato in carriera con un ottimo secondo posto dopo essere stato anche al comando. Ora il pensiero è rivolto a Most, circuito che conosce e simile per certi versi a Imola con curve veloci e dal layout ondulato. Aspettiamoci di vederlo nuovamente protagonista. Dominique Aegerter (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team) vorrà lasciare il segno mentre questa sarà una pista del tutto nuova per Danilo Petrucci (Barni Spark Racing Team). A Most non vedremo invece Brad Ray (Yamaha Motoxracing WorldSBK Team) che salterà questo appuntamento in quanto ha deciso di sottoporsi a intervento chirurgico per risolvere un problema alla spalla.

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) nonostante un infortunio a Imola è riuscito comunque a regalarsi un weekend davvero consistente grazie a tre piazzamenti in top five. L’anno scorso a Most in Gara 2 ha visto sfumare il podio. Anche Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) l’anno scorso è caduto a Most. I due sono separati da 20 punti e tra loro c’è Petrucci.

Scott Redding (ROKiT BMW Motorrad WorldSBK) e il suo futuro: questo è uno dei temi di cui si parla tanto nel paddock anche se a Imola non è arrivato alcun annuncio ufficiale in merito. Nei giorni scorsi su Instagram ha annnuciato che resterà nel WorldSBK, nient’altro. Il pilota inglese vuole regalarsi un bel weekend a Most come avvenuto nelle scorse stagioni prima di pensare alla pausa estiva. L’anno scorso a Most Redding e BMW si sono regalati un bel podio a Most, dove rivedremo anche Michael van der Mark che però dovrà superare le visite mediche prima di scendere in pista. In casa Honda a Imola abbiamo visto il ritorno in top ten di Iker Lecuona (Team HRC) mentre Xavi Vierge cercherà di fare un passo avanti in Superpole.

Remy Gardner (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team) si prepara per la sua prima volta sulla pista di Most mentre anche Philipp Oettl (Team GoEleven) vorrà ben figurare in un Round nel quale potrebbero arrivare delle notizie certe in merito ai programmi del team per il 2024. In classifica il tedesco si trova alle spalle di Garrett Gerloff (Bonovo Action BMW), all’esordio a Most su una BMW. Lo statunitense per due volte a Imola è stato il miglior pilota statunitense della Casa bavarese. Loris Baz andrà a caccia di altri importanti risultati per il proprio futuro mentre Lorenzo Baldassarri (GMT94 Yamaha) spera di poter essere competitivo dopo le difficoltà vissute a Imola.

Round di casa per Oliver Konig (Orelac Racing MOVISIO) che proprio a Most due anni fa ha conquistato il suo unico podio a livello mondiale, nel WorldSSP300. Hafizh Syahrin (PETRONAS MIE Racing Honda Team) dovrà sottoporsi a un controllo medico altrimenti per la prima volta a Most – al suo posto – potrenmo vedere come sostituto Eric Granado. Nel 2021 in Gara 1 Isaac Viñales (TPR Team Pedercini Racing) ha portato a casa un buon 12° posto e anche stavolta vorrà entrare in zona punti. Stesso obiettivo anche per Tito Rabat (Kawasaki Puccetti Racing).

(Fonte worldsbk.com)

Copyright 2023 © riproduzione riservata MotoriNews24 - Registro Stampa Tribunale di Torino nr. 51/2021 del 15.09.21 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l.