Moto2, anche Khairul Idham Pawi lancia la sua Academy

Khairul Idham Pawi
Khairul Idham Pawi quest'anno alla sua seconda stagione nel Mondiale Moto2 (© IDEMITSU Honda Team Asia)

Primo malese a vincere nel Motomondiale, adesso Khairul Idham Pawi vuole aiutare 4 suoi (giovani) piloti connazionali: nasce così la Super KIP Racing Academy, tra gli allievi anche un Rossi!

In Malesia è una star nazionale. Attenendoci a questo contesto, con tutte le ragioni del caso: Khairul Idham Pawi non è infatti soltanto il primo pilota malese vincitore di due Gran Premi del Motomondiale, ma nelle svariate serie propedeutiche delle due ruote è diventato in pochi anni una leggenda di questa specialità. Figlio d’arte, Pawi ha precorso i tempi diventando il più giovane vincitore nel Malaysian Cub Prix, conquistando successivamente il titolo nella Asia Dream Cup, podi nel CEV Moto3 ed il salto al Motomondiale con il pieno supporto Honda.

Una carriera che ha riservato diverse soddisfazioni a Super KIP, atteso quest’anno al riscatto dopo un anonimo 2017 vissuto all’esordio nella classe Moto2. Riconfermatissimo all’IDEMITSU Honda Team Asia, Khairul si sta preparando a pieno regime per ben figurare in sella alla propria KALEX #89, ma nel contempo ha allargato i propri orizzonti.

Sempre insieme a Honda, lo scorso mese di dicembre ha fondato la Super KIP Racing Academy. Ebbene sì, a 19 anni compiuti, Pawi ha già la sua Academy, ma con un’altra finalità rispetto ad altri suoi colleghi più titolati. L’obiettivo della Super KIP Racing Academy è di sostenere quattro giovani promesse del motociclismo malese impegnati nel Malaysian Cub Prix, la serie per eccellenza dei cosiddetti “scooter preparati” dove Pawi è tuttora il recordman indiscusso per numero di vittorie e precocità nel salire sul gradino più alto del podio.

Pawi, Honda Malaysia e diversi sponsor locali sosterranno economicamente i quattro piloti coinvolti nel progetto. Lo stesso Super KIP si allenerà insieme a loro per affinare la tecnica di guida, invitandoli il più possibile nel suo kartodromo dove, di fatto ogni giorno, si allena con una Honda CBR 600RR anche sull’asfalto bagnato artificialmente.

Proprio questo è stato uno dei segreti delle due affermazioni di Pawi nel Mondiale Moto3 2016 tra Termas de Rio Hondo e Sachsering dove, sul bagnato, ha inflitto distacchi consistenti sui più diretti inseguitori. Allenandosi ogni giorno su pista bagnata, parallelamente ai trascorsi di carriera nella Underbone (anche sull’asfalto reso insidioso dalla pioggia si corre con le slick!), hanno permesso al pilota malese di avere una sensibilità unica nella guida in condizioni di scarsa aderenza.

Khairul Idham Pawi Racing Academy
Pawi ed i suoi 4 allievi della Super KIP Racing Academy

Uno dei segreti che KIP cercherà di trasmettere ai suoi 4 giovani allievi tra i quali spicca un… Rossi: il suo nome è Amier Amir Rossi (nella foto il primo da sinistra), inutile dirlo tifosissimo del Dottore