Moto3, i rookie della stagione 2018: Alonso Lopez

Alonso Lopez
Alonso Lopez in sella alla Honda NSF250RW del team Monlau

La stagione 2018 del Mondiale Moto3 presenta diversi ‘deb’ da tenere sotto stretta osservazione: Honda Monlau punta sul baby-prodigio Alonso Lopez, tanta manetta e voglia di arrivare

Il costante ricambio generazionale offerto dal Mondiale Moto3 presenta, anno dopo anno, nuovi talenti dall’indiscusso potenziale per diventare Campioni di domani. Tra questi affronterà la sua prima stagione nel Motomondiale il nuovo pupillo di casa Honda Monlau, quel Alonso Lopez in grado di mettersi in luce nell’ultimo biennio del CEV Moto3. Promosso alla serie iridata con l’annuncio arrivato soltanto lo scorso mese di novembre al culmine di un (prolungato) ballottaggio con Jeremy Alcoba, il sedicenne pilota madrileno nel ‘Mundialito‘ ha dato prova di avere talento, manetta ed un’esuberanza agonistica che ha convinto Emilio Alzamora a puntare su di lui.

Se prende ispirazione da Marc Marquez pur chiarendo che il suo idolo è sempre stato Casey Stoner, Alonso ha precorso le tappe di carriera. Con la passione per il motociclismo trasmessagli dal padre, di anno in anno è cresciuto esponenzialmente guadagnandosi la nomea di nuovo craque del motociclismo spagnolo. Un po’ troppo, considerata la giovane età (16 anni compiuti lo scorso 21 dicembre), ma il suo palmares ed i «numeri» mostrati in pista nel CEV non sono cosa da poco. Sceso in pista per la prima volta a 9 anni compiuti (un po’ tardi per molti…), ha bruciato le tappe entrando da giovanissimo a far parte del progetto formativo improntato da Monlau Competición e dal main sponsor Estrella Galicia 0,0, con Marc VDS insieme per dar vita ad una struttura piramidale di crescita dei piloti dal campionato spagnolo (RFME CEV) fino alla MotoGP.

Lopez, che esordirà nel mondiale con il numero 72 (il “suo” 21 è occupato da Fabio Di Giannantonio), si è portato avanti col lavoro vincendo tutto quello che c’era da vincere in ambito nazionale: titolo 2014 nella MiniGP 80cc iberica, bis l’anno seguente nella PreMoto3 del RFME CEV, chiaramente sotto le insegne del team Monlau. Gli è mancato solo il massimo alloro nel CEV Moto3, con il biennio 2015-2016 che lo ha visto più volte vincitore e scattare dalla pole position, ma diverse battute d’arresto hanno penalizzato il suo rendimento. Proprio sulla costanza e sul far tesoro degli errori compiuti il baby-prodigio madrileno dovrà lavorare da qui in avanti. La sua propensione ad una condotta di gara aggressiva (tante cadute frutto di errori e/o contatti con altri piloti, chiedere al nostro Dennis Foggia…) sono deleteri per l’obiettivo finale, ma a detta di chi lo conosce Alonso è «una spugna»: sbaglia, paga, ma a lungo andare impara.

Alonso Lopez
Alonso Lopez, la nuova scommessa di Emilio Alzamora

Di certo la velocità non gli manca e ne ha dato prova a Valencia, al primo test da pilota titolare del Mondiale Moto3: con la Honda NSF250RW ereditata da Enea Bastianini ha viaggiato su tempi di rilievo, miglior rookie e non distante dal suo compagno di squadra Aron Canet. Sarà la sorpresa della stagione 2018?