MotoGP, a Brno arriva la contromossa della Honda a Yamaha

marquez pedrosa
@imagephotoagency

La squadra HRC è in pista al completo a Brno, sede del prossimo GP in programma il 6 Agosto. Marquez e Pedrosa stanno testando un nuovo telaio per rispondere a Yamaha

Sembra che la principale esigenza per tutte le Case impegnate in MotoGP sia di trovare un telaio adatto alle Michelin. La Yamaha è dovuta correre ai ripari dopo un’errore di valutazione che stava mettendo spesso in risalto una certa intolleranza tra la M1 2017 e le Michelin. La Casa di Iwata è corsa ai ripari con un telaio modificato, più simile alla specifica 2016, che è riuscito ad aiutare Vinales e Rossi, consegnandogli una moto più facile da mettere a punto. Adesso è il turno della Honda, che è in pista a Brno con Marc Marquez e Dani Pedrosa per testare un nuovo telaio e tentare di far progredire la RCV 213. Olrre ai due piloti Factory, in pista c’è anche Cal Crutchlow, che è il vincitore dell’edizione 2016 del Gran Premio della Repubblica Ceca. Il test sarà finalizzato alla ricerca di grip che stanno affliggendo le moto di Tokyo da inizio stagione, e che costringono Marc Marquez a guidare costantemente oltre il limite. Il campione del mondo è già caduto dodici volte nella prima metà del 2017, contro le complessive diciassette cadute del 2017, a dimostrazione che in questo momento il limite è troppo vicino e pericolosa per i piloti Honda.

Secondo il pilota spagnolo, questa è anche una buona occasione di allenamento: «per non perdere il ritmo è importante fare un test in piena estate, ti permette di non perdere il ritmo durante la pausa estiva». Questa sembra la risposta di Honda all’introduzione di Yamaha del nuovo telaio ed è la carta giocata dal Gigante di Tokyo per consentire a Marquez di mantenere la testa del mondiale anche nella seconda metà della stagione.