MotoGP, Dovizioso suona la carica a Sepang e si prende il venerdì

DUCATI
@DUCATI

Andrea Dovizioso recita la parte della lepre nel venerdì di Sepang, prendendosi la prima posizione sia con l’asciutto del mattino che con il bagnato del pomeriggio

Era chiaro che Phillip Island fosse una pista poco favorevole alle caratteristiche della Ducati, relegando le Rosse di Borgo Panigale ad una sofferenza lunga l’intero arco del GP, ma è altrettanto chiaro che Sepang sia una pista assolutamente amichevole per la Desmosedici. Andrea Dovizioso ha preso il comando delle operazioni al mattino e non lo ha lasciato neanche quando sulla pista di Sepang è iniziata a cadere la pioggia che ha influenzato i tempi del pomeriggio, dimostrando che la tappa australiana è stata una singola macchia in un cammino iridato assolutamente impeccabile.

Ulteriore conferma della velocità Ducati a Sepang è rappresentata dalla prestazione di Alvaro Bautista, secondo al mattino e nella combinata a meno di un decimo da Dovizioso e davanti al francese Zarco, vittima anche di una spettacolare caduta nella sessione pomeridiana, fortunatamente senza conseguenze per il pilota.

Simpatica la scena che ne è conseguita, con il francese che ha prima rialzato la sua M1 da terra, salvo poi farla cadere dall’altro lato in maniera piuttosto goffa.

Quinta la Yamaha Factory di Maverick Vinales, che è riuscito a precedere un Marc Marquez meno brillante rispetto a quello visto in Australia. La Honda non gradisce particolarmente Sepang e neanche lo spagnolo, che su questo tracciato non riesce a sfruttare perfettamente il proprio stile di guida. Vinales è stato anche protagonista di un contatto con Hector Barbera nella FP2.

In top ten anche Lorenzo e Pedrosa, mentre dovrà passare l’esame in FP3 Valentino Rossi, solo dodicesimo oggi. Il Dottore deve sperare che non piova domani per riuscire ad entrare in Q2, altrimenti sarà costretto a passare la tagliola delle Q1 assieme a nomi di peso come quello di Petrucci, Iannone e Miller.

Il debutto dell’olandese Van Der Mark è andato bene, considerate le tante difficoltà che ha dovuto affrontare il talentuoso Micky. Diciannovesimo nella combinata, Van Der Mark si è anche preso il lusso di battere in classifica Tito Rabat, che ha una conoscenza molto più completa della MotoGP.

 

Classifica combinata prove libere MotoGP Sepang:

1 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 326.0 2’00.671
2 Alvaro BAUTISTA SPA Pull&Bear Aspar Team Ducati 326.2 2’00.742 0.071
3 Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 320.8 2’00.807 0.136
4 Maverick VIÑALES SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 321.0 2’00.903 0.236
5 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 322.0 2’00.950 0.279
6 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda Honda 310.6 2’01.060 0.389
7 Karel ABRAHAM CZE Pull&Bear Aspar Team Ducati 315.8 2’01.077 0.406
8 Hector BARBERA SPA Reale Avintia Racing Ducati 313.4 2’01.147 0.476
9 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 318.1 2’01.162 0.491
10 Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati 318.7 2’01.189 0.518
11 Danilo PETRUCCI ITA OCTO Pramac Racing Ducati 328.4 2’01.560 0.889
12 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 318.1 2’01.662 0.991
13 Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 317.9 2’01.740 1.069
14 Jack MILLER AUS EG 0,0 Marc VDS Honda 320.2 2’01.803 1.132
15 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 317.5 2’01.831 1.160
16 Loris BAZ FRA Reale Avintia Racing Ducati 315.4 2’02.416 1.745
17 Bradley SMITH GBR Red Bull KTM Factory Racing KTM 308.5 2’02.469 1.798
18 Scott REDDING GBR OCTO Pramac Racing Ducati 317.9 2’03.056 2.385
19 Michael VAN DER MARK NED Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 314.6 2’03.473 2.802
20 Tito RABAT SPA EG 0,0 Marc VDS Honda 305.1 2’03.531 2.860
21 Sam LOWES GBR Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 309.2 2’03.534 2.863
22 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 313.2 2’04.381 3.710