MotoGP, i promossi e i bocciati del GP Germania

Marquez torna a vincere, dopo una lunga battaglia con Oliveira, la gara della MotoGP. Deludono le italiane Aprilia e Ducati

Quasi 600 giorni lontano dal gradino più alto del podio sono un’agonia: il GP Germania ha interrotto il digiuno di vittorie di Marc Marquez, iscrivendo una volta di più il nome del carboncito nella storia di questo sport: è l’unico dopo Agostini ad aver vinto per 11 volte consecutive sullo stesso circuito.

Al contrario, deludono le aspettative sia Aleix Espargaro su Aprilia che Pecco Bagnaia su Ducati. I promossi e i bocciati del weekend.

TOP

Marc Marquez – Torna alla vittoria dopo 581 giorni, un tunnel che sembrava senza fine. Nel paco chiuso si tocca la spalla, ha male, ma nonostante ciò non molla: Marc Marquez visto ieri è la dimostrazione che volere è potere, e che finalmente il carboncito è tornato

Miguel Oliveira – Grandissima gara del portoghese che gestisce la gara con grande intelligenza. Prova a insidiare Marquez verso metà gara, ma lo spagnolo vende carissima la pelle, pur con qualche sbavatura. Oliveira non si scompone e fa la sua gara, fino alla fine.

FLOP

Francesco Bagnaia – Alla fine ci mette una toppa, ma Pecco è poco brillante fin da subito in Germania. In qualifica, complice anche la bandiera gialla è solo 10°, ma poi dopo un paio di giri in gara scivola indietro, addirittura alle spalle di Rossi. Il fatto che al traguardo sia 4° lascia ancora di più l’amaro in bocca per quello che sarebbe potuto essere.

Aleix Espargaro – Per la prima volta dopo anni riporta l’Aprilia in prima fila, ma dopo metà gara crolla completamente e subisce impotente diversi sorpassi. Peccato, perché da venerdì aveva mostrato un buon passo.