Connettiti con noi

MotoGP

MotoGP, il confronto dei piloti Petronas

Pubblicato

su

Nell’ultima stagione di MotoGP, Honda ha dovuto fare i conti con l’infortunio di Marquez e una moto difficile da guidare per Espargaro

Nessuna vittoria nell’ultimo mondiale di MotoGP (al netto delle sei conquistate lo scorso anno) per il team Petronas, che quest’anno non ha avuto una formazione precisa dall’inizio alla fine della stagione. Prima la coppia Rossi-Morbidelli, poi con l’infortunio di quest’ultimo sono saliti sulla moto anche Gerloff (una gara), Crutchlow (due gare, poi passato nel team ufficiale) e Dixon (due gare). Con la promozione definitiva di Franky nel team ufficiale, è arrivato Dovizioso a fare squadra col dottore nell’ultima parte della sua carriera.

Considerare due decimi posti (GP Emilia Romagna e GP Valencia) il miglior risultato in stagione di Valentino Rossi è davvero triste. Ma si sa, non si può essere giovani per sempre e il nove volte campione del mondo ha dovuto arrendersi al fatto che non è più competitivo e che è giunto il momento di appendere il casco al chiodo.

In realtà, quest’anno nemmeno Franco Morbidelli è riuscito a tirar fuori grandi prestazioni dalla sua Yamaha: il miglior risultato è stato il terzo posto conquistato a Jerez a inizio campionato, poi molto in difficoltà fino all’infortunio che lo ha tenuto lontano dalle piste. Al ritorno è salito sulla moto ufficiale, senza comunque raccogliere grandi frutti.

Al suo posto, nelle ultime cinque gare della stagione, è arrivato Andrea Dovizioso, che dopo un paio di test con Aprilia ha scelto di tornare in Yamaha. Considerato che il prossimo anno sarà il pilota esperto nel box (che dividerà con Darryn Binder), Dovi ha usato questo scorcio di stagione per iniziare a conoscere la moto, senza essere mai realmente competitivo.

Valentino Rossi Franco Morbidelli (Andrea Dovizioso)
vittorie00 (0)
podi01 (0)
gare a punti104 (4)
ritiri30 (0)
punti4447 (12)