Connettiti con noi

MotoGP

MotoGP, il Mondiale di Fabio Quartararo: riviviamo le tappe principali

Pubblicato

su

Fabio Quartararo nella gara di Misano, disputata domenica, ha colto il suo primo titolo Mondiale in MotoGP dopo una stagione dominata

Fabio Quartararo ha conquistato a Misano, sul circuito intitolato a Marco Simoncelli, il suo primo titolo Mondiale in carriera. “El Diablo” con questo riconoscimento ha trovato anche il compimento di alcuni record, essendo stato il primo francese a conquistare il Mondiale in MotoGP tra le altre cose. Il pilota Yamaha, per quanto riguarda il record interno al team, è stato il più giovane di sempre. Dopo Marc Marquez e Casey Stoner, Fabio Quartararo è il terzo pilota più giovane di sempre, invece, a conquistare il titolo. Come ultimo, ma non per importanza, è anche il francese ad aver conquistato il maggior numero di podi nel Mondiale MotoGP. Ricordando che nel Mondiale 2020 già si era fatto vedere con un grande inizio di stagione, poi la discontinuità lo ha condannato a vedere Joan Mir diventare campione del Mondo.

Sicuramente sono tanti i momenti chiave che hanno portato il pilota Yamaha a conquistare il titolo, ma oggi abbiamo cercato di menzionare quelli più importanti:

  •  Le difficoltà della Yamaha durante le gare sul bagnato. Quartararo ha colmato col talento le lacune della sua moto.
  • Intervento per la sindrome compartimentale: dopo il 13º posto a Jerez, il francese deve operarsi. Torna in pista in breve tempo già molto competitivo
  • 5 vittorie, 10 podi in stagione: questo è il dato, probabilmente, più importante perché questo Mondiale ci ha regalato un Quartararo continuo e che ha dominato tutta la stagione.
  • La caduta di Bagnaia a Misano: la matematica regala a Quartararo il titolo mondiale con due gare ancora da disputare