MotoGP, Lorenzo: «Non sono nella posizione migliore per negoziare il mio futuro»

Jorge Lorenzo diplomatico nell’intervista post Jerez, dà la colpa alla sfortuna per la carambola a Dovizioso e a Pedrosa

Come tanti maliziosi avevano previsto già dai test pre stagione, Lorenzo non sta disputando una buona annata. Troppi punti di distacco dal compagno Dovizioso, continue sensazioni di poco feeling con la moto e troppi errori di frenesia nei momenti più caldi. Probabilmente, la miglior soluzione possibile sia per il maiorchino che per la Ducati sia quello di interrompere il rapporto a fine stagione, visto la scadenza del contratto in essere. Così Jorge si potrebbe rilanciare altrove (Suzuki?) e la casa di Borgo Panigale potrebbe prendere un altro pilota (i cavalli di ritorno Crutchlow e Iannone, il già in casa Petrucci?) per cercare di duellare, con due piloti, per il titolo, sempre se Dovizioso rinnoverà.

In Spagna, Lorenzo sembrava avere un ritmo quasi alla pari rispetto a quelle di Desmodovi, e probabilmente sono scivolati proprio per la difesa estenuante di Jorge verso il collega ducatista, costretto agli straordinari per le lunghe staccate del centauro ex Yamaha.

Queste sono le parole espresse da Lorenzo dopo la disfatta di Jerez: «È stato un gran dispiacere, una notevole sfortuna per tutti noi tre piloti coinvolti, che per me siamo i tre più puliti della griglia iniziale, che quasi mai siamo protagonisti in queste situazioni. Oggi è stata una bella sfortuna per tutti e tre, soprattutto per Andrea, per Ducati, perché loro lottano giustamente per il mondiale. Sono certo che se avessero concluso la gara, attualmente sarebbero ancora in testa al mondiale. Io ho purtroppo pochissimi punti in campionato; quello che volevo oggi era andare più forte possibile, arrivare al podio. Questo è quello che rimane a me: la determinazione, l’aggressività. Fin dalla prima curva ho guidato con determinazione, aggressivo nelle staccate… ho dato tutto quello che potevo dare. Quello che è successo è un vero dispiacere, un’autentica sfortuna».

Per quanto riguarda il futuro, Lorenzo ha dichiarato: «In questo sport il tuo ultimo risultato è molto importante e il mio non è buono. Non credo che siamo nella posizione migliore per negoziare il mio futuro: sono concentrato perché voglio portare a casa un buon risultato e dimostrare quanto valgo davvero».