MotoGP, Miller lancia la sfida: «Quartararo mi fa sudare troppo ma…»

Jack Miller confeziona una prestazione sopra le righe e conquista il suo terzo podio stagionale, avvicinandosi sempre più a Fabio Quartararo

Dopo una lotta entusiasmante e ricca di continui colpi di scena con Fabio Quartararo, Maverick Vinales e Andrea Dovizioso fin dalle prime battute, Jack Miller è riuscito a conquistare il terzo gradino del podio ad Aragon. Il pilota della Ducati Pramac è partito fortissimo, riuscendo a rimanere per sette giri in seconda posizione prima dell’attacco di Vinales e Dovizioso; senza perdere la concentrazione, l’australiano è rimasto con il gruppo del podio fino alla fine, rendendosi protagonista all’ultimo giro di un vero e proprio capolavoro ai danni di Vinales. Il gap da Quartararo si riduce, così, ulteriormente: sono soltanto sei i punti di svantaggio dal francese.

In risposta alle voci estive che lo avrebbero voluto estromesso da Jorge Lorenzo in sella alla Ducati, Miller mette in scena tutto il suo miglior repertorio: «Il mio obiettivo principale è quello di essere il miglior pilota indipendente. Fabio mi sta facendo sudare quest’anno, ma stiamo facendo un buon lavoro e ora arriviamo su tracciati favorevoli. Mi aspetto molto dai GP di Thailandia, Giappone e soprattutto Phillip Island. Quando ho superato Fabio nel primo giro, avevo bisogno di un telescopio per vedere Marc Márquez, era troppo veloce ma sono stato costretto a rimanere calmo. Sapevo di aver bisogno anche di grip per 23 giri».