MotoGP Phillip Island, nelle libere Iannone trova il feeling con la Suzuki

Iannone-Australia-MotoGP
@Suzuki

Sessione di libere MotoGP positiva per Andrea Iannone che a Phillip Island è riuscito a chiudere col settimo tempo in sella alla Suzuki

Il primo giorno di prove libere MotoGP non è stato negativo per la Suzuki, decide da due buoni piazzamenti a Motegi è oggi in settima posizione con Andrea Iannone, capace di migliorarsi in FP2. Alex Rins non è stato altrettanto incisivo sulla pista di Phillip Island chiudendo col 15° tempo, domani il pilota spagnolo dovrà cercare di abbassare il suo crono per poter entrare direttamente in Q2, anche se la pioggia prevista in mattinata renderà più difficile l’operazione. Rins comunque è riuscito a crescere durante le prove libere e questo fa sperare in un potenziale buon piazzamento in caso di condizioni asciutte ma anche sul bagnato, lo scorso weekend, è riuscito a farsi valere, chiudendo la gara di Motegi in quinta posizione, alle spalle del compagno di team Iannone.

La Suzuki si sta dimostrando in netta ripresa dopo mesi difficili dove niente sembrava andare per il verso giusto, il lavoro fatto dal team e dai piloti inizia a far sperare in una stagione 2018 dove la moto potrà competere con le case rivali. Iannone e Rins, che si erano mostrati molto scontenti nelle tappe precedenti, dal Giappone appaiono più rilassati e fiduciosi, segno che anche nel box qualcosa sta cambiando. Il tracciato di Phillip Island in passato ha regalato grandi soddisfazioni a Iannone, che nel 2015 fu protagonista di un’epica bagarre con Valentino Rossi, Marc Marquez e Jorge Lorenzo dove si piazzò in terza posizione mentre Rins, rookie della classe regina, ha trionfato in Australia sia in Moto3 che in Moto2 durante la sua carriera: questa pista quindi si adatta bene alle caratteristiche de due piloti che, forti di una moto in crescita, tenteranno qui di salire su un podio che in casa Suzuki manca da troppo tempo.