MotoGP, Pol Espargaro: “Se sono qui lo devo a mio fratello Aleix”

Pol Espargaro, pilota della Honda, ha parlato di come si è inserito nel Mondo dei motori sin da bambino, menzionando il fratello

Pol Espargaro ha subito una grande crescita nelle ultime stagioni in MotoGP, fino al culmine della scorsa stagione in KTM. Dal Mondiale 2021, poi, ha ottenuto la grande chiamata in Honda ufficiale, al fianco di Marc Marquez.

Pol Espargaro, pilota della Honda, intercettato da Marca ha voluto parlare di come si è inserito nel Mondo dei motori sin da bambino: “Senza dubbio, non sarei stato un motociclista senza Aleix. Te lo posso garantire perché giocavo a calcio, facevo il portiere. E mi piaceva lo stesso o più delle motociclette. – Riporta Corsedimoto.comMa mio fratello era il malato che scendeva per strada. Camminava a malapena e voleva già salire su una moto. Ce l’aveva molto di più nel sangue e anche mio padre era molto matto per le motociclette”.