MotoGP, Puig in tackle: “Se qualcuno imbroglia, non è la Honda”

alberto puig

Il team manager della Honda risponde in maniera non troppo velata alle accuse di Gigi Dall’Igna. I nervi sono già tesi in MotoGP.

La stagione non è ancora iniziata, ma gli animi sono già abbastanza caldi. Tra i team che sicuramente quest’anno potranno ostacolare la Honda per la corsa al titolo c’è sicuramente la Ducati.

Qualche settimana fa Gigi Dall’Igna aveva parlato di una pausa che avrebbe favorito in qualche modo la Honda, arrivata ai test in evidente difficoltà. Alberto Puig, team manager della Honda ha però risposto a queste accuse e lo ha fatto con una dichiarazione all’agenzia Efe: “Se qualcuno imbroglia nel 2020 non sarà la Honda. Qui la gente pensa che siccome il campionato inizia in ritardo facciamo un altro motore. La gente non ha molte informazioni e, soprattutto, non capisce molto“.