MotoGP, Rossi deciderà domani se correre ad Aragon

valentino rossi
@Yamaha

Valentino tenta l’incredibile recupero per la corsa spagnola. Il team conferma che nella serata di domani sarà presa una decisione definitiva

Sono passati appena 19 giorni da quel 31 agosto, quando in serata arrivava la notizia che Valentino Rossi si era gravemente infortunato alla gamba destra durante un allenamento in enduro, rompendosi tibia e perone. Ieri il nove volte campione del mondo, con grande sorpresa di tutti, è tornato sull’asfalto per effettuare alcuni giri in pista a Misano sulla Yamaha YZF-R1M. Un test inatteso e breve, a causa delle condizioni meteo avverse che hanno forzatamente limitato il numero delle tornate. Vale in questo pochi passaggi non ha potuto farsi una reale idea delle sue condizioni fisiche ed è per questo che la decisione definitiva sulla sua partecipazione al GP di Aragon di domenica verrà presa nella serata di mercoledì, dopo che team e pilota avranno fatto tutte le valutazioni del caso. Il padre di Valentino, Graziano Rossi, ha spiegato che il figlio sente ancora dolore, ma l’ultima parola non è ancora stata detta.

Dopo il forfait di Misano Rossi si trova in 4^ posizione nel campionato del mondo, lontano 42 punti dalla coppia di testa DoviziosoMarquez. Se le speranze di titolo piloti per il campione di Tavullia sono praticamente nulle, c’è però la classifica team e quella costruttori, con la Yamaha che si trova in entrambe le graduatorie di pochissimi punti alle spalle della Honda e naturalmente il team di Iwata vorrebbe poter contare sull’aiuto del numero 46 per riuscire a portare a casa entrambi i titoli. La casa giapponese comunque come è noto ha già selezionato il pilota che sostituirà il Dottore in caso di forfait ad Aragon: sarà l’olandese Michael Van der Mark, protagonista quest’anno in Superbike e 2° proprio nell’ultima gara disputata a Portimao, alle spalle dell’inarrivabile Jonathan Rea. Possibile anche l’ipotesi che sia Rossi che Van der Mark partano per Aragon, con Vale che in quel caso potrebbe partecipare alla prima sessione di prove libere e poi decidere se prendere parte all’intero weekend di gara o lasciare la sua sella all’olandese. Ancora 24 ore e sapremo tutto.