MotoGP, Van Der Mark: «Adesso in Olanda parlano di me e non solo di Verstappen e Herlings»

MOTOGP MICHAEL VAN DER MARK
@YAMAHA

Valentino Rossi sta tentando un vero miracolo e vorrebbe esserci ad Aragon, ma Michael Van Der Mark sta vivendo una settimana di vigilia del GP del tutto particolare

Quando sei il candidato a sostituire una vera leggenda del motociclismo in un weekend di gara fondamentale per il campionato, è chiaro che la tua vita può cambiare. Nel caso di Michael Van Der Mark, stiamo parlando di un pilota abituato a correre ad altissimi livelli, protagonista in SBK e capace di vincere la 8 Ore di Suzuka sia per la Honda che per la Yamaha. Un talento cristallino, innegabilmente uno dei più interessante del panorama delle derivate di serie. Eppure quando il tuo nome viene associato in qualche modo a quello di Valentino Rossi, la tua popolarità impenna in modo incredibile.

E’ quanto sta accadendo all’olandese della Yamaha, che ancora non è certo di salire sulla M1 in Spagna, ma sta vivendo in ogni caso una vigilia incredibile: «Non sarò in grado di dormire per tutta la settimana. Sarà un’esperienza incredibile. La Yamaha mi ha chiesto solo di divertirmi, non mi sta mettendo pressione addosso. Ma non puoi salire sulla moto di Valentino e non sentire pressione. Io cercherò di godermela al massimo e imparare il possibile. Il mio obiettivo è lavorare bene con il Team e migliorare ogni giorno sulla M1».

La notizia della potenziale sostituzione di Valentino Rossi sta avendo una notevole risonanza in Olanda, un Paese che può in questo momento contare su due grandi sportivi nel mondo del racing come Max Verstappen e Jeffrey Herlings. Ma in questo momento i riflettori sono tutti puntati su Van Der Mark, che conferma la cosa con ironia: «Mi immaginavo che la cosa sarebbe piaciuta a tante persone, ma sembra che in Olanda siano impazziti per questa cosa. Io corro ad alto livello in SBK, ma quando ho annunciato che sarei diventato pilota MotoGP per una gara, la situazione è cambiata tantissimo, perchè è un campionato che conoscono tutti. I Paesi Bassi in questo momento hanno due piloti di successo come Herlings e Verstappen, e non c’è mai stata tutta questa attenzione attorno a me. Nell’ultima settimana ho capito che per far scrivere di me, dovevo andare prima in MotoGP!».

Di certo il test di Misano di Valentino Rossi ed il suo tentativo di recupero all’ultimo secondo potrebbero spezzare i sogni di gloria di Van Der Mark. Ma riteniamo che, visto il suo talento, l’appuntamento con la MotoGP sia solo rimandato nel caso dovesse saltare questa chance.