Impresa di Valentino Rossi al Montmelo

Rossi vince il GP di Spagna dopo una splendida lotta con Marquez, suggellata da una stretta di mano tra i due a fine gara dal sapore particolare. Iannone fa l’ennesima frittata e abbatte Lorenzo. Pedrosa sul podio

Valentino Rossi non partiva di certo con i favori del pronostico in questo Gran Premio di Spagna dopo le tante polemiche legate alla modifica del layout del tracciato di Barcellona. Il pilota di Tavullia si era anche reso protagonista di una uscita decisamente infelice riguardo la volontà di avvantaggiare altre moto e sfavorire la Yamaha con questa particolare modifica.

In tanti avevano ripreso Valentino e il pilota ha chiesto forse scusa a modo suo, regalando ai tanti tifosi una gara magnifica. Dopo una partenza opaca, che lo ha visto sprofondare in ottava posizione, Rossi ha iniziato un recupero splendido, che lo ha portato a prendere e poi passare di slancio Jorge Lorenzo in testa dopo lo start. La sua gara è stata una fuga in in solitaria, con al traino il solo Marc Marquez che sembrava avere il colpo in canna per passarlo ed involarsi verso una facile vittoria.

Le cose non sono andate così, perché con il passare dei giri Rossi ha acquisito sempre maggiore consapevolezza del proprio potenziale, fino alla resa dei conti degli ultimi giri, quando ha risposto colpo su colpo agli attacchi del Cabroncito. Un errore di Marquez ha poi permesso a Valentino di acquisire un vantaggio determinante per evitare il duello all’ultimo passaggio e gli ha dato modo di fare suo questo GP di Barcellona dopo la disfatta del Mugello.

Nell’altra metà del box Yamaha è successo un vero patatrac causato ancora da Andrea Iannone e dalla sua Ducati. Jorge Lorenzo era partito bene e sembrava voler fare la solita gara da Martillo, ma con il passare dei giri il suo ritmo è iniziato a peggiorare, consentendo a Valentino ed alle due Honda di scappare. Il campione maiorchino si è anche reso protagonista di una bella battaglia con Maverick Vinàles, perso dopo vari tentativi andati a vuoto del suo futuro sostituto in Yamaha.

Ma la gara dello spagnolo campione del mondo è finita a causa di un altro pilota con il cui destino si sono incrociate le strade, vale a dire quell’Andrea Iannone che è stato allontanato dalla Ducati proprio per fare posto a Lorenzo. Iannone è arrivato alle spalle dello spagnolo forte di un ritmo decisamente più interessante, ma ha fatto una vera frittata quando ha sbagliato la staccata prima della curva 9, e invece di andare largo ha tentato ugualmente di passare lo spagnolo, colpendolo in pieno e mettendo fine alla gara di entrambi. Nonostante i tentativi di chiarimento, Jorge Lorenzo ha poi allontanato il pilota italiano, che si è reso protagonista dell’ennesimo episodio negativo della stagione.

Dani Pedrosa ha fatto una bella gara lontano dalle luci della ribalta, conquistando un terzo gradino del podio che conferma il feeling ritrovato con la Honda RCV e le Michelin. Lo spagnolo sta crescendo e nella seconda parte della stagione potrebbe tornare grandissimo protagonista in gara.

Nel parco chiuso i due contendenti per la vittoria sono stati protagonisti di un bellissimo quanto inaspettato gesto, con Valentino Rossi che si è avvicinato a Marc Marquez e gli ha teso la mano, in un gesto che vale più di mille parole. Il weekend carico di tensione, paura e dolore è culminato forse nel migliore dei modi, nella speranza che il clima generale della MotoGP torni ad essere quello che un grande sport come questo merita.

La vittoria a Barcellona fa tornare il sorriso in classifica a Valentino Rossi, che grazie ai 25 punti conquistati torna in piena lotta a quota 103 punti. Marc Marquez prende la testa della classifica con 125 punti, mentre Jorge Lorenzo resta fermo a 115 dopo uno zero pesantissimo.

Classifica MotoGP Barcellona 2016