MotoGP, Vinales: «Quasi impossibile compiere passi in avanti prima di metà stagione»

Vinales, nonostante il miglioramento ottenuto nella giornata di test, continua ad essere giù di morale per la negativa situazione che sta vivendo con la Yamaha

In maniera parecchia inaspettata, Maverick Vinales ha sofferto tremendamente domenica scorsa a Jerez. Rossi, ha faticato decisamente di meno nonostante i plateali limiti del prodotto della Yamaha. Durante le altre tappe disputate fin qui in stagione, Vinales ha sempre esageratamente sofferto nelle prima parte dei GP, per poi martellare tempi notevoli durante la seconda parte, riuscendo a limitare i danni.

Invece, nella prima battaglia europea, il catalano ha decisamente deluso tutti gli addetti al lavoro, combattendo per una buona fetta di gara addirittura con il buon Morbidelli. Il pilota ex Suzuki, dovrà essere freddo a non cedere alla demotivazione e alle costanti pressioni oppressive dell’ambiente del Paddock, come successe lo scorso anno, iniziato al meglio per poi cadere a picco col passare dei mesi.

Ecco le dichiarazioni post test, conclusi con un discreto quarto posto se paragonato alla pessima gara del weekend scorso, di un deluso Vinales: «Non abbiamo risolto niente. Dobbiamo avere pazienza e vedere se possiamo svilupparci nei prossimi giorni, perché ora è così com’è. La nostra moto è molto lontana dalla cima attualmente. Ho dovuto dare il 100% per concludere settimo. Al momento è molto difficile. Sappiamo cosa fare e dobbiamo farlo subito. Con Le Mans arriva un circuito che mi piace parecchio, vedremo come le modifiche funzioneranno sulla mia moto. Domenica pomeriggio c’è stato un faccia a faccia con i piani alti della Yamaha, giovedì si tornerà in pista al Mugello con il meteo che prevede pioggia e si rischia, giocoforza, di gettare alle ortiche un’occasione d’oro per cercare di fare un passo avanti ulteriore. Ma come ha preannunciato Valentino Rossi, sarà quasi impossibile compiere passi in avanti prima di metà stagione».