Phillip Island: le parole dei piloti

@MOTOGP.COM

Il Mondiale 2016 è già stato assegnato a Marc Marquez ma ci sono ancora tre Gran Premi da disputare e questo weekend la MotoGP corre sul poetico tracciato di Phillip Island. Queste le parole dei piloti in conferenza stampa

L’Australia è nel cuore di molti piloti perché il circuito è veloce, divertente e le gare sono sempre spettacolari ma quest’anno il tempo promette di metterci lo zampino, con possibilità di pioggia e vento forte. La Michelin qui ha deciso di portare una gomma nuova, asimmetrica con un compound duro a sinistra e morbido a destra che potrebbe cambiare le carte in tavola per i protagonisti: riuscirà stavolta la casa francese ad accontentare tutti, oppure continueremo a parlare di pneumatici anche per questa sedicesima tappa del mondiale?

Intanto questa mattina si è tenuta la Conferenza Stampa, che apre come sempre i giochi e nessun pilota ha menzionato le gomme, mentre tutti hanno posto l’attenzione sul rischio di pioggia. A parlare davanti ai giornalisti c’era naturalmente il vincitore Marc Marquez con Jorge Lorenzo, Maverick Viñales, Andrea Dovizioso, Cal Crutchlow, Jack Miller e Nicky Hayden che sostituirà l’infortunato Dani Pedrosa tornando nel team ufficiale Honda con cui 10 anni fa portò a casa il titolo 2006.  Assente Valentino Rossi anche se il pilota di Tavullia ha rilasciato qualche dichiarazione ai microfoni di SkySport MotoGP.

Il fresco campione del mondo Marc Marquez è ancora raggiante per la vittoria appena conseguita a Motegi: “Sono più rilassato anche se non mi aspettavo di vincere è stata una gara strana ma è andata bene, dopo la gara abbiamo festeggiato e anche la squadra era felice e se lo meritano perché hanno lavorato tanto per tutto l’anno. Adesso ci divertiremo: questo è un bel tracciato dove le gare sono sempre divertenti ma dipenderà dal meteo. Mi sento più libero e posso provare a rischiare di più anche se non significa vincere, alla fine daremo il 100% come sempre.”

Per il pilota spagnolo il titolo 2016 ha un sapore particolare dopo la stagione costellata di errori e culminata nel finale infuocato di Valencia:”Questo Mondiale era quello che volevo di più dopo gli errori dello scorso anno, anche per il team e gli sponsor. È bello correre con Nicky, con lui e Dani c’è un bel rapporto perché ero un ragazzino quando lo vidi la prima volta alla presentazione della Honda, era anche il mio compleanno, sono bei ricordi. Tornando alla gara di domenica, posso dire che a questo punto sono più libero, posso provare a rischiare di più anche se non significa vincere.”

Jorge Lorenzo non riesce a farsi una ragione per l’errore del Giappone, e teme l’incognita pioggia presente per il weekend australiano: “È stato un peccato cadere a Motegi, potevamo lottare per il podio e portare a casa punti per la seconda posizione. Adesso sarà difficile anche perché il meteo è instabile ma faremo del nostro meglio. Phillip Island è un circuito bello e veloce e girare qui con il bel tempo mi piace altrimenti è insidioso” il pilota Yamaha ha navhe fatto i complimenti a Marquez per il Titolo.”

@MOTOGP.COM

La caduta di Jorge Lorenzo a Motegi ed il terzo posto conquistato con la Suzuki, hanno aperto la strada a Maverick Viñales per lottare nel tentativo di strappare al maiorchino il terzo posto nel mondiale: “Qui sono sempre stato molto veloce e mi piace anche se bisogna verificare il meteo. Ma in Giappone siamo andati bene e quindi ora ci sentiamo più motivati. Non so come andrà il weekend anche perché è più freddo di quando ci si aspettasse, forse troppo per le gomme, però sarà così per tutti quindi vedremo. Di sicuro questo circuito è fantastico anche per il mio stile di guida”

Andrea Dovizioso è convinto di poter continuare il trend positivo con la Ducati, anche se nel 2015 le cose non andarono benissimo per lui a Phillip Island: “Ottimo weekend a Motegi, siamo stati veloci fino alla fine è competitivi. Qui in Australia lo scorso anno sono andato male: spero che vada meglio anche perché è un bel tracciato anche se non perfetto per il mio stile di guida. Sul bagnato tutto può succedere”

La Honda ha ritrovato un ottimo Cal Crutchlow, ed il pilota britannico è sempre stato protagonista di grandi gare sul circuito australiano: “La squadra credo sia soddisfatta della mia stagione anche se a Motegi ho fatto un errore all’inizio che mi ha tagliato fuori dalla lotta al podio. Correre su questo circuito mi piace, sono sempre andato bene tranne nel 2014. Spero che il tempo sia bello altrimenti sarà un disastro per tutti: la gente pensa che se vai bene una volta sull’acqua lo farai sempre ma non è così”

Jack Miller sembra essere tornato finalmente al top della condizione fisica, e confida nella pioggia per cercare di raccogliere un altro risultato a sensazione dopo il trionfo di Assen: “Le condizioni saranno difficili con acqua e vento e non è la situazione migliore per noi è per i fans. La mia è stata una stagione difficile eccetto per la vittoria, ultimamente ogni volta che cado mi rompo qualcosa: ho dovuto saltare alcune gare e ora sono al 95%. Sono felice di essere qui per il Gran Premio di casa, non sento molta pressione, sono calmo, è bello essere qui è speriamo di fare una bella gara, c’è molto sostegno”

Ovviamente emozionato Nicky Hayden, tornato a vestire i colori HRC con i quali ha vinto il mondiale 2006: “Mi piace guidare quindi appena mi hanno chiamato ho pensato fosse un’occasione fantastica, tornare sulla moto sulla quale ho vinto 10 anni fa. Avevo deciso di non fare altre gare in MotoGP ma non potevo rinunciare. Questo circuito mi piace e ho ottenuto molto in carriera. Tornare in quel box è stato emozionante perché abbiamo una bella storia alle spalle e voglio ringraziare team e sponsor per averlo reso possibile. Spero di fare un buon lavoro”

Valentino Rossi ha parlato solo ai microfoni di Sky, e non manca di mandare una frecciata alla Yamaha, che secondo il pilota di Tavullia, non ha saputo migliorare la moto durante la stagione come faceva in passato: “Dobbiamo stare concentrati perché l’obiettivo è arrivare in fondo in tutte le tre gare che rimangono e lottare per il podio. Questa è una delle piste più belle e speciali anche se sembra che il tempo sarà brutto quindi vedremo. Il nostro problema è che negli anni precedenti riuscivamo a migliorare durante la stagione con i pezzi mandati dalla Yamaha invece questa volta, anche se il lavoro è stato molto, non ci siamo riusciti”

Queste sono state le dichiarazioni dei piloti che questa notte, alle 01.50 scenderanno in pista e inizieranno a parlare i motori.