SBK, Jonathan Rea torna in patria: «Adoro trascorrere il Natale in famiglia»

Jonathan Rea è rientrato in patria dopo gli ultimi impegni della stagione appena conclusa in SBK, per trascorrere le vacanze di Natale in famiglia

Superata la “delusione” di non aver ricevuto, non soltanto il premio, ma neanche la candidatura al BBC Sports Personality of the Year, gli oscar dello sport organizzati dalla TV di stato britannica, Jonathan Rea è tornato a Ballymena, in Irlanda del Nord. La sua esclusione ha provocato grande risentimento in patria, soprattutto tra i suoi ex colleghi come Jeremy McWilliams e Phillip McAllen, al punto da chiedere addirittura di boicottare l’evento. Ma il pilota della Kawasaki ha sicuramente altro per cui sorridere, dal momento che i suoi numeri, uniti al record di cinque titoli consecutivi, parlano da soli: sempre a punti nelle ultime 48 gare disputate senza mai registrare neanche un ritiro.

Ora ci sarà spazio per godersi il periodo di pausa, prima di tornare in pista ad Jerez de la Frontera il prossimo gennaio: «Adoriamo il Natale per molte ragioni, soprattutto da quando sono arrivati ​​i bambini. Troviamo sempre bello e magico concedersi qualche settimana di vera pausa prima che inizi la stagione agonistica in Australia. Guardare i miei figli eccitarsi per l’arrivo di Babbo Natale, essere a casa con la mia famiglia e vivere nell’Irlanda del Nord, rende davvero il Natale un momento speciale per noi». Un’occasione, quella del Natale, di trascorrere qualche giorno in famiglia: «Quando i ragazzi erano più piccoli, trascorrevamo il Natale con la famiglia australiana di mia moglie. Era molto diverso da quello a cui ero abituato, guardando il sole tra gli alberi piuttosto che il gelo o la neve. Ma era comunque fantastico».