SBK, Bautista ha firmato con Honda: «Sono davvero felice. Credo nel progetto»

Arrivata l’ufficialità del suo passaggio alla Honda, Alvaro Bautista ha parlato con entusiasmo del nuovo progetto, attirando più di qualche mugugno in Ducati

Era solo una questione di giorni e tutto sarebbe andato nero su bianco: questo il destino di Alvaro Bautista per la prossima stagione e così è stato. Come già ampiamente fatto trapelare da agosto, lo spagnolo non correrà più con Aruba.it Racing-Ducati e approderà alla Honda, che per altro avrà il sostegno ufficiale della divisione corse della casa giapponese, la HRC. Con il round di Magny-Cours alle porte, a tre dal termine del Mondiale, a più di 90 punti da Jonathan Rea e ben distanziato da Alex Lowes, lo spagnolo si è soffermato con entusiasmo sul nuovo progetto, attirando anche qualche mugugno dalla sua attuale scuderia.

Ai microfoni di Dorna TV, Bautista si sente già parte della nuova famiglia giapponese: «Adesso è ufficiale, nel 2020 correrò con HRC. Non posso negare la mia felicità, dal momento che credo molto in questo nuovo progetto. Entrare a far parte della famiglia HRC è un fattore molto importante, in grado di offrire un progetto che ogni pilota vorrebbe avere. Sono molto felice per quello che potrà succedere nella prossima stagione. Metterò la mia esperienza di quest’anno per sviluppare la moto e provare a lottare per il successo. Non è stato di certo facile prendere questa decisione. Sono stato molto bene con la famiglia Ducati ma il progetto offerto da HRC mi ha motivato molto. Partiamo da zero ma ci sono persone molto importanti in questo progetto».