Simulatore Ferrari, un’esperienza 3D da brivido

Il simulatore Ferrari sarà aggiornato entro fine anno

L’associazione sportiva dilettantistica Forza Dentro ASD mette a disposizione i simulatori di Formula Uno, con una grafica altamente realistica in alta definizione che porta alla sensazione di trovarsi su una vera pista

“Date a un bambino un foglio di carta, dei colori e chiedetegli di disegnare un automobile, sicuramente la farà rossa”Enzo Ferrari, si può dire, che abbia racchiuso in una sola frase la sua passione. L’amore per l’automobilismo è diventato ben presto un lavoro. Il suo lavoro. A poco a poco si è costruito il suo mondo a tinte “rosse fiammanti”. Da bambino che assiste alle gare assieme al padre diventa un pilota. E finalmente nel 1929 il suo sogno si avvera: apre la Scuderia Ferrari. Un’azienda che di storia ne farà eccome.

La passione rossa, perchè così si chiama, alla fine è un po’ di tutti. Bambini e adulti. La stessa che sin da bambino ha travolto anche Antonio Fiori. Brillante imprenditore che, come Enzo Ferrari ha dedicato la sua vita al “cavallino rampante”. Lui l’ha dedicata al settore degli autotrasporti. Il suo amore per questa realtà inizia molto presto. Un trascorso da camionista lo avvicina sempre di più a questo mondo. Ma non come vorrebbe veramente. Nel 1996 però avviene la svolta. La sua vita cambia e quelli che erano stati da sempre i suoi sogni diventano realtà. La sua carriera si lega alla Ferrari. Inizia il suo percorso occupandosi della logistica delle competizioni challenge. La sua figura professionale, in poco tempo, diventa un punto di riferimento per la famosa azienda e per il team Forza, concessionaria con cui collaborava. I nomi dei famosi personaggi che orbitavano intorno a questo mondo erano tanti. E sempre più spesso, la sua professionalità, veniva richiesta per essere messa al servizio dei clienti più importanti. Clienti non comuni: Ibrahimovic, Del Piero e il pilota Valentino Rossi. Molte volte il suo compito era di seguire piloti vip Challenge (campionato Ferrari per clienti) e in questo conosce personaggi come: Fabrizio Frizzi, Raoul Bova, Spagna, Bergonzoni, Barilla e Lavazza. Si avvicina in questi contesti anche con piloti professionisti iniziando con Gianluca Giraudi, Marco Polani, il portoghese Flores e Philipp Baron. Otto intensi anni nelle competizioni challenge e due anni anche nei circuiti legati alla Formula Uno.

Insomma, una carriera a tutto tondo. Piena di soddisfazioni, ma soprattutto, ricca portatrice di un bagaglio di conoscenze tecniche e umane. Tanto che, non si è realmente separato da questo lavoro. Ad oggi, si è costruito con le sue sole forze, una piccola realtà, dove al centro c’è sempre la competizione ispirata alle corse. Dopo aver preso contatti con le case costruttrici, ha assemblato la scocca e i più sofisticati software dei simulatori sul mercato. Grazie anche alla stretta collaborazione con Stefano Pocaterra. A settembre 2016, a Torino e in Piemonte, sono arrivati per la prima volta i veri simulatori di Formula Uno. Giochi elettronici che interagiscono con la più elegante scocca dinamica rosso Ferrari i quali, danno una fantastica sensazione 3D. Il tutto accompagnato da una grafica altamente realistica in alta definizione che porta alla sensazione di trovarsi su una vera pista.

I clienti possono provare questa esperienza emozionate su prenotazione. Durante tutta la settimana. I costi variano dai 25€ (15 min) ai 75€ (1 ora). Contando sempre sulla presenza di un istruttore che, darà le indicazione necessarie in base al livello di esperienza del cliente.

E’ nata così l’associazione sportiva dilettantistica “Forza Dentro ASD”, di cui il Sig. Fiori è attuale presidente. Affiliata al USACLI CONI, vanta al proprio interno un vero e proprio miniautodromo per automodelli elettrici in scala 1:10 e 1:12. Ma anche slot car, tradizionali piste elettriche che, partecipano al campionato nazionale NCR (campionato italiano).

Tutto questo in un’ottica di un futuro in cui, le simulazioni saranno sempre più al centro della scena. Infatti, attualmente, la questione di una possibile ammissioni alle Olimpiadi si fa sempre più concreta. Consentendo in questa maniera che, il mondo dei videogiochi, possa diventare una disciplina sportiva a tutti gli effetti. E chissà che un giorno l’Associazione “Forza Dentro” di Moncalieri, possa ospitare campioni di quello che è già stato battezzato l'”E-Sport”.

Chiara Castellucci