Valentino Rossi: “Troppo consumo della posteriore”

YAMAHA ARAGON
@YAMAHA RACING

La Yamaha ha subito un brutto colpo dalla rivale Honda, capace di piazzare tre moto davanti alla prima M1. Valentino Rossi e Jorge Lorenzo sono concentrati nel cercare la soluzione per il consumo elevato della gomma posteriore

Il weekend di Aragon inizia a tinte alterne per Yamaha. Da un lato c’è un Valentino Rossi molto competitivo, quarto e molto vicino alle Honda che guidano la classifica. Nell’altra metà del box, la soddisfazione non è dello stesso livello. Jorge Lorenzo ha incassato un distacco dalla vetta piuttosto pesante, accontentandosi di un settimo posto ben lontano dalle aspettative dello spagnolo, che è ancora in lizza per il titolo e non ha alcuna intenzione di abdicare dal titolo di campione senza lottare.

Uno dei problemi più grandi per la squadra che gestisce la M1 di Iwata è il consumo della gomma posteriore che potrebbe creare problemi sulla distanza di gara. Secondo Valentino Rossi: “in entrambe le sessioni, della mattina e del pomeriggio, sono stato abbastanza forte, ma abbiamo molto lavoro da fare ancora. Siamo a posto con le gomme nuove, sia con le dure che con le morbide, per alcuni giri. Ma siamo concentrati su questo, sul consumo delle gomme, perchè è la cosa più importante in vista della gara. Da questo primo giorno, abbiamo raccolto molti dati e siamo felici del lavoro svolto. La prima impressione è che con gomme nuove siamo veramente a posto, ma dopo qualche giro i nostri maggiori rivali soffrono di meno perchè stressano di meno le gomme. Questo è un pò preoccupante per noi, e dobbiamo avvicinarci agli altri.”

@YAMAHA RACING

Sapore diverso nelle dichiarazioni di Jorge Lorenzo, meno ottimista del compagno di box: “in mattinata le cose non andavano male, e probabilmente avevo il secondo miglior ritmo, ma nel pomeriggio abbiamo avuto vari problemi con le gomme. La media anteriore causa molte vibrazioni in curva e l’altra opzione, la più morbida utilizzata nel mattino e con cui ho fatto molti giri, mi ha dato maggiore confidenza nell’ultima uscita in pista. DOpotutto, non è stata una brutta giornata. Domani proverò un nuovo setup e cercherò di migliorare l’elettronica. Vedremo se riusciremo ad essere molto più veloci”