Un caffè con Ben Bostrom sulla strada per Bonneville

Ben Bostrom è uno dei grandi protagonisti della Golden Era della SBK: era obbligatorio andare a fare due chiacchiere con lui sulla strada per Bonneville

Cosa fa adesso Ben Bostrom, una volta dismessi i panni del pilota professionista? Semplice, si dedica a fare il padre a tempo pieno! Se passi negli States e sei diretto a Bonneville, andare a salutare questo autentico mito della SBK è un obbligo assoluto. Ben Bostrom fa parte di quella schiera di piloti americani che hanno letteralmente segnato la storia della SBK, ha incrociato le proprie traiettorie in pista con i mostri sacri come Fogarty, Bayliss ed Edwards, guadagnandosi sul campo il soprannome di Mostro della Laguna per il suo rapporto quasi simbiotico con il tracciato di Laguna Seca in sella alla sua Ducati. Chiunque abbia masticato la Superbike dei primi duemila, ricorderà perfettamente le imprese di questo fantastico pilota sul Corkscrew del celebre tracciato californiano.

In questo video, Ben Bostrom parla del momento particolare che sta vivendo il motociclismo professionistico negli Stati Uniti, che adesso non possono vantare nessun pilota in MotoGP come in SBK. Il campionato MotoAmerica sta cercando di trovare il nuovo campione Made in USA. Una strada complicata, con pochi giovani piloti pronti a raccogliere in futuro un’eredità pesantissima, costruita da anni di successi di piloti come Spencer, Lawson, Rainey, Edwards e lo stesso Ben Bostrom.