MotoGP, Crutchlow critica la scelta di Yamaha per sostituire Rossi

CAL CRUTCHLOW HONDA
@IMAGEPHOTOAGENCY

Il pilota inglese della Honda perplesso sulla presenza di Van der Mark ad Aragon al posto del Dottore: «Non ho nulla contro di lui ma Nakasuga o Lowes sarebbero state scelte più logiche»

Cal Crutchlow è il classico pilota senza particolari peli sulla lingua, quando pensa qualcosa lo dice e certamente non poteva non esprimersi sul quello che è uno dei casi più seguiti del momento: l’infortunio di Valentino Rossi e la scelta di Yamaha di sostituirlo, nella gara di Aragon, con il pilota di Superbike Michael Van der Mark. L’olandese non ha mai guidato una MotoGP e non avrà a disposizione test prima della gara in terra iberica, trovandosi quindi a dover gestire una ‘belva’ come la Yamaha M1 ufficiale di fatto al buio. Proprio questo è l’aspetto che evidentemente ha lasciato perplesso il pilota britannico di casa Honda:«Non capisco perchè non hanno scelto di mettere Lowes al posto di Rossi visto che ha già guidato la M1. Capisco Nakasuga: lui è il collaudatore, potevano mettere Nakasuga o appunto Lowes, che ha già guidato ad Aragon, sebbene non in gara. Non capisco la scelta di Van der Mark. Non ho nulla contro di lui, ma c’erano due alternative che secondo me sarebbero state più valide. Van der Mark non è abbastanza veloce, alla 8 ore di Suzuka non era veloce come Lowes».

L’olandese dal canto suo attende con ansia l’opportunità di sedersi per la prima volta su una MotoGP e dal sito ufficiale della SBK ha ringraziato la casa di Iwata per la possibilità che gli ha concesso: «E’ stata una notizia incredibile per me, è come un sogno. Sarà un weekend molto difficile perchè non sono mai stato in MotoGP, ma per fortuna avrò dalla mia parte il miglior team e la miglior moto del mondo. Non devo imparare la pista, ma solo ad usare la moto. Non potevo dire di no a questa occasione. Sono estremamente onorato che mi abbiano chiesto di sostituire Valentino»